Recommended Posts

Gilera CX ha entusiasmato i motociclisti per ben due anni, prima di non essere più in produzione. Adesso è possibile acquistare all’asta un’esemplare “nuovo” mai usato, ma il prezzo è alle stelle…

Gilera CX è una motocicletta prodotta dalla casa italiana nel 1991, e rimasta in produzione fino al 1993. La sigla CX sta per coefficiente di resistenza aerodinamica, che sia nelle moto che nelle automobili è molto importante, soprattutto per le prime.

 

0135833D-C76E-42E2-9ECD-E7C49C11A371.thumb.jpeg.6cc5961f9f5f443528332614b8617bf6.jpeg


Sul sito d’aste catawiki, ecco che unaCX NOS 125cc del 1991 è stata messa in vendita. Al momento in cui vi scriviamo l’offerta più alta è di 10.000 euro, ma è probabile che nei prossimi 2 giorni rimanenti possa aumentare ancora, del resto era partita dalla metà.

La Gilera CX NOS in questione, tra l’altro, ha un chilometraggio all’attivo di soli 6 chilometri, ma purtroppo non ha documenti di registrazione. Certo un bel problema, che però siamo certi il proprietario futuro risolverà per poterla portare in strada.

 

8EAD264F-6644-49BC-812B-12B3F3C1A941.thumb.jpeg.5c266a6140f95b5e0d7ddc47eb811dae.jpeg

 

Gilera CX NOS, caratteristichePo

Gilera CX NOS grazie a un basso coefficiente di resistenza aerodinamica riesce a essere molto più veloce rispetto a una 125cc. Inoltre, la forma aerodinamica è aiutata dal cupolino che è allungato in avanti e detiene ben due prese d’aria.

Ciò che però spicca in questa motocicletta è certamente la forcella, non comune ma piuttosto particolare. Infatti, essa è formata da una specie dipiedino con forma curva, che lega insieme la ruota a ogni braccio della forcella stessa.

Passando al motore, esso è di tipomonocilindrico a due tempi con potenza scaricata sull’asfalto di 30 cavalli, con la velocità massima di ben 163,4 Km/h. Infine, a livello estetico quella proposta all’asta è di colore nero, con dettagli come la sigla CX in rosso, e questa colorazione ritorna pure sul codone della Gilera.

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Me la ricordo verde chiaro metallizzato e scritte fucsia se non sbaglio , forse è  ancora qua nei dintorni in una  qualche cantina ....  .

Che abbia entusiasmato e falso , in quanto non piaceva quasi a nessuno ,soprattutto con quei cerchi quasi pieni .

Piaceva per chi era del settore , a chi era appassionato di tecnica , chi guardava aldilà delle apparenze , e non erano i 16 enni .

D'altra parte per quelli c era la crono  .

Per me Gilera nei 125 e non solo  era la più interessante , quella con i motori più belli e fatti meglio ,sempre  quella più tecnologica .

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io nel 91 avevo 14 anni e già sognavo le 125 che avrei voluto guidare da lì a due anni...

Ricordo ancora le varie riviste del settore con le comparative delle 125 stradali...

Qui a due passi a Schiranna avevamo la Cagiva e la Mito ai tempi si contendeva lo scettro della più bella e della più potente e veloce con la Aprilia RS .. Noale però era in Veneto ed era molto lontano e la Gilera arrivava da Arcore qui a poco meno di un'ora di strada.

La CX ai tempi non la voleva nessuno... Non era la più bella (troppo futuristica), non era la più potente e neanche la più veloce.

La Gilera dei sogni era la SP 01 con la SP 02 e la Chrono.

Belle le Gilera, dal look estremamente corsaiolo, abbastanza potenti e molto costose ... Forse troppo per non essere al top in tutto e per tutto ...

Ai posteri l'ardua sentenza.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La CX 125 la ricordo bene, la aveva uno delle mie zone che non conoscevo, era verde metallizzato ma non ricordo altro, lo vedevo passare...tra noi si diceva non era bella, aveva quella forma che non richiamava le moto di più alta cilindrata come al tempo la Genesis Yamaha che un amico aveva (600cc) o le 500 GP,  la CX era troppo diversa ma davvero troppo avanti...l'ho riscoperta pochi anni fa online, vista adesso è un progetto fin troppo innovativo ma una chiara evidenza dell'ingegno italiano....se la guardo nei dettagli trovo pazzesco sia stata prodotta in serie con tante chicche così tecniche per una 125cc stradale...ora a me piace e non nascondo che alcuni anni fa ho guardato di comprarne una usata...poi si sa più passa il tempo più diventa collezionismo e i prezzi salgono...10k euro son tanti eh, costava sui 6 milioni di lire, all'incirca come le altre 125 del tempo se ben ricordo

 

Saka come mai? te ne sei innamorato? eheh

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

... tra le monobraccio ricordo la bimota Tesi, la Yamaha GTS 1000 e... Il fifty Evolution ahahahahah.

Vado a memoria eh... Gugol free...

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Col monobraccio anteriore c'erano anche tre sputer, il mitico Italjet Formula 50 poi Aprilia Area51 e il Peugeot Speedfight.

Pare che l'italjet sia già oggetto di culto tra i crucchi e collezionisti di cazzate in generale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/9/2021 at 13:51, Ponzio Pelato ha scritto:

 

Pare che l'italjet sia già oggetto di culto tra i crucchi e collezionisti di cazzate in generale.

 

Vai a vedere cosa pagano il 125...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/9/2021 at 13:51, Ponzio Pelato ha scritto:

Col monobraccio anteriore c'erano anche tre sputer, il mitico Italjet Formula 50 poi Aprilia Area51 e il Peugeot Speedfight.

Pare che l'italjet sia già oggetto di culto tra i crucchi e collezionisti di cazzate in generale.

Peccato che se per sbaglio toccavi qualcosa con l’avantreno ciao ciao forcella. Il formula l’aveva un idiota del mio

paese e ricordo che gli si storse Il sistema sospensione con nulla . Però era un coglione eh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Italjet aveva fatto sempre roba avantissimo...

Ricordo il pack che era esposto non so in quale museo e aveva vinto diversi premi come design ecc...

Poi ricordo il dragster che era simile ai formula ma con quel telaio a traliccio di tubi... Diciamo forse roba più da guardare che da usare... Esercizi di stile più che motociclette o scooter fini a se stessi...

Il pack aveva il motore del Sì Piaggio... Poi ricordo anche una specie di triciclo con un motore dell'ape Piaggio... Troppo avanti Italjet

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.