Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'sip'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Welcome
    • Bar 2tempi.it
    • Vespa Servizio
    • Novità, tecnica, discussioni generali
    • Incontriamoci 2Tempi.it
    • Emporio 2Tempi.it
    • Col 2Tempi per strada
  • Guide, Download, Schemi 2Tempi.it
    • Raccolta materiali utili
    • VideoGuide - Come fare by Vespe&Motori
    • Guide
  • Vespa smallframe
    • Corsalunga
    • Corsacorta
    • Telaio e impianto elettrico
  • Vespa bigframe
    • Motore
    • Telaio e impianto elettrico
  • Ape
    • Motore
    • Telaio e impianto elettrico
  • Il mondo 2Tempi.it non vespa
    • Moto 2 Tempi
    • Minimoto
    • Lambretta
    • Monferraglia
    • Scooter
    • Moped
  • Recensione Prodotti
    • Recensioni degli Utenti
  • Gare 2Tempi.it
    • STRIP - Campionati Accelerazione
    • Pista - Trofeo
    • Ape- Campionato
    • Regolarità - Strada
  • Mercatino 2Tempi.it
    • Istruzioni per il mercatino
    • VENDO - SCAMBIO
    • CERCO - COMPRO
  • Vesparaduni
    • Vesparaduni

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


About Me


Birthday

Between and

Place

Found 7 results

  1. Dunque sto convertendo l'impianto da CA a CC su un px pre-arcobaleno dell'82. Mantenendo lo statore Ducati, leggo che per fare un bel lavoro, va isolata la sua massa, quindi lo statore (che lavora sempre in AC, pure col resto dell'impianto in CC) non può essere messo a massa sul telaio, perché sul telaio va a massa anche il regolatore (che con la modifica, lavora in CC). Ora, dal momento che io ho approfittato per prendere una Sip Vape in CC, mi sto chiedendo: ma sulla Sip Vape, lo statore va a massa sul telaio? Perché nelle istruzioni pare di si, nella sezione FAQ (ora purtroppo non ho con me il foglio, vado a memoria). Siccome tra la Sip Vape CA e CC, cambia solo il regolatore e non lo statore... Secondo me lo statore Sip Vape va a massa a telaio, il che in teoria non va bene. Quindi cosa dovrei fare?
  2. Salve a tutti. Ho problemi nel collegare l'accensione sip DC con la sua batteria 12v 9a con fusebox sulla vespa pk XL rush, praticamente funziona tutto tranne clacson (ne ho comprato uno 12v DC) e la batteria rimane sempre alimentata(solo se tolgo il fusibile si spegne) mentre girando la chiave nel quadro non succede nulla rimane sempre collegata. Dalla vespa arrivano 3 cavi Blu collegato insieme al giallo e grigio del vecchio regolatore Verde collegato allo spegnimento Nero collegato al nero dello statore I due fili del regolatore li ho collegati uno al blu dello statore e uno al blu che arriva dalla vespa. Fatto le varie masse regolatore, bobina e carter telaio continuo ad avere sempre i problemi che ho elencato sopra. Spero di aver collegato tutto giusto. Nel frattempo mi sta arrivando anche il contachilometri sip 2.0 Se serve posso allegare alcune foto dei collegamenti ma sono molto incasinati, vorrei prima capire come collegare tutto giusto e fare si che la batteria si spenga quando giro le chiavi.
  3. Io monto la sonda di temperatura SIP sia sul Quattrini (ET3) che sul CasaLambretta (LIS), entrambi gruppi termici in alluminio. Non voglio in questa sede entrare in dettagli come carburazione o anticipo di accensione. Su ET3 sono riuscito a montarla con il suo apposito beccuccio attorno alla candela, luogo in cui è supposto che sia montato; le temperature, in esercizio, variano da 115 (nel traffico) a 170°C a velocità costante in viaggio. Su Lambretta l'ho attaccato attorno alla candela usando il beccuccio apposito e, finchè ha resistito (pochissimo) più o meno avevo le stesse temperature; poi mi sono fatto un beccuccio in alluminio, più lungo dell'originale e la temperatura variava da 100 a 135°C (ci ho fatto 3000 km così, ma ho avuto problemi al pistone); successivamente ho ricavato sulla testa un foro sulla aletta di raffreddamento più prossima alla candela, ho messo un pistone nuovo (e la marmitta BGM Bigbox - prima avevo Ancillotti) e NON ho cambiato la carburazione. Credevo di misurare temperature inferiori e, con mia grande sorpresa, le temperature sono schizzate! In tangenziale a velocità sostenuta sono arrivato a 204°C!!! Ora vorrei capire: 1) se anche ad altri è capitato di avere temperature più alte sulla aletta che non sotto-candela (luogo che ritenevo il più caldo); 2) a seconda di dove avete messo la sonda, che temperatura avete rilevato nei vostri gruppi termici in alluminio. P.S.: per gli admin.. forse ho sbagliato luogo di pubblicazione della nuova discussione, sentitevi liberi di spostarla in luogo più consono.
  4. Ciao a tutti, mi serve un aiuto. In virtù della mia ampia esperienza sui display SIP conferitami dal montaggio di ben due esemplari, uno su ET3 e l'altro su Lambretta, un amico mi ha chiesto di assisterlo nel montare questo accessorio sulla sua VBB. Abbiamo comprato casualmente un interruttore "on-off-on" che ha una posizione centrale tutto spento e due laterali che possono accendere accessori. Il retro dell'interruttore presenta 3 pin.. in quello centrale arriva la batteria, nei laterali gli accessori da accendere. Pensavo potesse essere utile ma forse non è l'interruttore corretto. Mi spiego meglio: l'intento è quello di accendere [display SIP+USB] con uno scatto oppure [display SIP+USB+fari led supplementari] con l'altro scatto, un po' come fa il mio blocchetto di avviamento a 3 posizioni sulla Lambretta. Qualcuno saprebbe indicarmi quale genere di interruttore dovrei acquistare? Grazie mille!
  5. Vendo SIP ROAD XL per Vespa PX 200 nuova mai montata. La marmitta si trova in provincia di Cuneo. Spedizione SDA Pagamento PayPal o Bonifico Richiesta 170,00 spedizione inclusa
  6. Se avete seguito altri miei post su questo forum, ricorderete forse che durante il tour siciliano di questa estate 2019, il mio contakm SIP montato su ET3, tanto soddisfacente e utile, d'improvviso mi ha mollato con circa 6000 km sulle spalle. Ma facciamo un po' di storia. All'inizio lo montai così com'era, direttamente attaccato all'uscita del regolatore di tensione, ma non mi soddisfaceva questo suo accendersi e spegnersi a seconda che il motore gli erogasse energia o meno, per cui ben presto mi dotai di fusibili e di una piccola batteria che misi nel cassettino laterale. Il primo impianto elettrico che feci ebbe vari problemi dovuti alla mia inesperienza in materia, ma lo strumento era comunque protetto da un fusibile da 0,8A (mi pare) e non ha mai risentito delle mie cazzate. Finalmente però ho trovato la quadra e l'impianto è diventato molto affidabile, con batteria sempre bella carica e contachilometri sorridente che mi dava tutte le mie informazioni da maniaco che mi piacciono tanto, tipo la temperatura della candela e gli rpm del motore. Prima di partire per il viaggio è successo un primo fatto: il tachimetro può essere usato in maniera tradizionale, ovvero collegato al filo che ruotando trasmette la velocità della ruota anteriore fin su al manubrio, oppure usando un accessorio venduto a parte, che rileva la velocità della ruota in maniera tradizionale ma trasmette il segnale su al display come impulso elettrico ( questo accessorio è una duplicazione di quanto in effetti già presente dentro il display). Dunque, io usavo la prima soluzione, per cui quando, una mattina, la velocità ha smesso di essere visualizzata, ho fatto spallucce e mi sono comprato l'accessorio. Tutto risolto: meglio 25 euro che altri 170. Purtroppo durante il viaggio siciliano, ad un certo punto si è resettata la funzione che stavo seguendo, ovvero trip A per tenere più o meno d'occhio i consumi e, successivamente, ho perso anche il segnale della temperatura. Questa cosa mi ha particolarmente turbato, perchè grazie alla temperatura della candela riesco a farmi un'idea sulla salute del mio motore, in quanto se la temperatura sale significa che qualcosa non va; generalmente un ingresso di aria da qualche parte, quasi sempre dalla candela, che smagrisce la carburazione oppure, quando cercavo di capire la corretta carburazione senza capire che il mio problema era l'anticipo variabile settato male - insomma quel sensore mi ha sempre detto quando era ora di fermarsi o levare gas ed è questo il motivo se il mio cilindro in alluminio, benchè bistrattato, è ancora in perfetta salute. Per la cronaca: ora sono felicemente ad anticipo fisso. Piccola digressione: "ma non puoi stringere bene la candela se sfiata??" La risposta è "Ni".. nel senso che lo strumento SIP ha il sensore temperatura agganciato ad un anellino in alluminio molto tenero che và posto sulla filettatura della candela. Questo è uno dei talloni d'achille del kit, in quanto se l'anello non si schiaccia bene, si slabbra o si rompe, lasciando una zona scoperta da cui la candela sfiata; e se la stringi, peggiori. Proseguendo il viaggio, ad un certo punto il display, pur illuminato, ha smesso di dare qualsiasi informazione digitale, fermo restando l'informazione della lancetta classica, che nel mio caso era settata per indicare la velocità, che invece andava. Il problema si risolveva temporaneamente togliendo energia. Al rientro dal viaggio la SIP, tramite il suo ufficio italiano, è stata tanto gentile da fornirmi un kit nuovo, per cui mi sembra doveroso condividere quanto ho imparato. Innanzitutto la domanda che avrei dovuto pormi fin dall'inizio è: se tutto funzionava perfettamente, prima del viaggio cosa è successo? E' successo che ho fatto una bel tagliando generale alla vespa. Questo genere di strumentazione è venduta anche per la lambretta, ed è identica, infatti l'ho presa anche per la mia lambra, anche se ancora non l'ho montato. Mi trovavo qualche settimana fa nell'Officina della Solitudine dei Duchi Estensi di Ferrara e sfogliando la terza edizione (quella verde) della Bibbia della Lambretta (The Complete Spanner's Manual by Martin Sticky Round) mi imbatto in una "tip".. in pratica il suggerimento dice, se montate il contakm SIP, di usare una candela sigla BR o corrispondenti. La "R" sta per "resistiva", ovvero una variante di candela fatta per sopprimere segnali elettrici di disturbo. Torniamo al tagliando prima del viaggio: ho montato una semplice B9HS in luogo della BR9HS che avevo SEMPRE usato. Perchè? Ignoranza of course. Quindi, che sia stato questo che ha mandato in tilt l'accessorio SIP? Beh, due indizi fanno quasi una prova. Ma facciamo un passo avanti. Ora ho il mio vecchio KIT montato e uno nuovo a disposizione. Sono passati circa 3 mesi. Faccio qualche prova per cercare di capire cosa si sia effettivamente sminchiato, tenendo come punto fermo che non possa essere il cablaggio. Collego la batteria e verifico che girando la chiave l'energia arrivi grazie al display del voltmetro integrato nella presa USB che ho installato tempo fa. Tutto ok, 12,7 volt, leggermente scarica ma ci sta. Prova 1: black box nuova - display vecchio. Giro la chiave e non si accende il display. Prova 2: black box nuova - display nuovo. Giro la chiave, si accende il display resettato perchè la blackbox è nuova, ma niente temperatura. Prova 3: black box vecchia - display nuovo. Giro la chiave, si accende il display resettato (evidentemente la batteria tampone si è scaricata, dovevo segnarmi i km accidenti!) ma niente temperatura anche ora. Il sensore della temperatura è costituito da due fili rossi che si immergono dentro la filettatura a cui si avvita l'anello in alluminio che và attorno alla candela. Il vecchio è usurato ma sembra ok. Lo sgancio, lo sostituisco con quello del kit nuovo: 15°C (temperatura ambiente ovviamente)... EVVIVA! Questa la mia esperienza, spero possa esservi utile.
  7. Salve a tutti Vorrei chiedere un parere sul contachilometri sip per special. Tempo fa volevo acquistarlo ma in giro le voci nn erano le migliori,può essere montato anche senza batteria? Grazie a tutti in anticipo.
×
×
  • Create New...

Important Information