Sirvano

Motore da viaggio

Recommended Posts

Questo è il primo weekend da aprile 2020 in cui non lavoro (mi sono imposto una pausa forzata), ma visto che non mi piace stare inattivo, propongo un piccolo esercizio di stile per chi ha voglia di pensare.


Obiettivo: progettare un motore per viaggi lunghi, ovviamente large frame, massima affidabilità, praticità d'uso e bassi consumi, ma con più brio dell'originale. Diciamo, un motore con cui sia possibile percorrere tanta strada a 100 km/h, che sia però sia divertente anche in salita ma che rimanga parco nei consumi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parti da un motore originale tipo 125/150 ci fai la giusta manutenzione... Piccole cose come una frizione leggermente rinforzata, crociera decente, parastrappi Polini, monti il pignone da 21 sulla primaria originale a meno che non hai già un motore 150.

Trovi un albero motore decente standard bello bilanciato e poi ci monti sopra un Malossi 177 in ghisa con padella faco racing.

Secondo me raccordando un po' e lavorando poco poco su valvola ed albero ti trovi che lo accendi, sistemi la carburazione e vai a manetta tranquillamente.

 

Altrimenti fai lo stesso spendendo molto di più con un quattrini M1XL ed un carburatore da 30 con pompa benzina ed una padella più grossa...

 

La via di mezzo è un motore LML su cui monti il lamellare MRT con il 30 ed un VMC Stelvio sistemato... Come puoi vedere il motore che ha fatto lepre recentemente...

 

Anche se io lascerei il carburatore originale, starei a valvola e con cilindro in ghisa sacrificando un po' di brio, ma risparmiando soldi avendo maggior affidabilità...

 

Se poi hai orecchio per le carburazione puoi prenderti un 177 Polini in alluminio e montare un carburatore a cui tieni la carburazione magra in basso, ma devi stare all'occhio per non grippare... Se trovi il giusto compromesso va bene a tutti gas e consuma poco a passeggio

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io punterei su un big bore, ad esempio su un Malossi sport perché di solito ha un ottimo livello di rifiniture, con un bel Tameni anticipato, che di solito ha una buona equilibratura. Testa rigorosamente a candela laterale. Terrei la fasatura bassa, in modo da avere tanta coppia, in generale tenderei a tenerlo poco compresso. Padella originale Piaggio, al più la Polini original: m dà molto fastidio nei lunghi viaggi avere la vespa che fa casino! Come carburatore, terrei ad ogni costo un SI24 per poter lavorare con il miscelatore, che secondo me per i viaggi è un vantaggio rilevante, e ovviamente per semplicità di manutenzione del SI. Il dubbio sarebbe sul filtro: io opterei sempre e comunque per avere il filtro originale, che oltre a smorzare il rumore, regolarizza l'erogazione e contribuisce a tenere pulito il motore.

Terrei il cambio originale del 200, ovviamente rimesso in tolleranza e attrezzato di crocera BGM, ma di primaria metterei una 23/64 denti dritti con frizione Cosa2, in modo da avere modulabilità e semplicità di manutenzione. 

Come accensione metterei una Ducati originale oppure una Vape ad anticipo fisso, in modo da avere più corrente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quando ho scoperto le padelle Faco Racing non monto altro sui motori che faccio.

Costano il giusto (60,70€ al massimo) sono fatte bene, non fanno troppo casino (per intenderci, molto meno di una Polini...cosa da non sottovalutare abitando in città) e come prestazioni siamo un pelo sotto alla Polini.

 

Dimenticavo, qualunque cosa assemblerai.....la grippi.

  • Mi Piace 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, Il_Barone ha scritto:

Da quando ho scoperto le padelle Faco Racing non monto altro sui motori che faccio.

Costano il giusto (60,70€ al massimo) sono fatte bene, non fanno troppo casino (per intenderci, molto meno di una Polini...cosa da non sottovalutare abitando in città) e come prestazioni siamo un pelo sotto alla Polini.

 

Dimenticavo, qualunque cosa assemblerai.....la grippi.

 

Questa è una considerazione interessante... Su che motore hai fatto il confronto?

E dove hai trovato la maggior differenza?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non punterei sui big bore per una questione di costi maggiore, perché il carter poi è più delicato ed i cilindri costano oltre al fatto che hanno i prigionieri in mezzo alle balle e lo scarico minuscolo.

 

Si potrebbe fare lo stesso discorso partendo da un motore 150 con il miscelatore volendo ed inventarsi di montare il 24... Se poi sei pieno di soldi ci metti un albero corsa 60 ed un big bore Bfa con l'alettatura del 200, sempre che siano disponibili ti trovi con una buona cilindrata e componenti quasi standard quindi non troppe difficoltà e lavorazioni da fare... 

 

Serve molto dinero però per cilindro ed albero Bfa, sempre che siano disponibili.

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, McKenzie ha scritto:

 

Questa è una considerazione interessante... Su che motore hai fatto il confronto?

E dove hai trovato la maggior differenza?

 

Ne ho montate 6 per il momento, una su 125, quattro su 150 e una su DR 177 ghisa. Tutti px a parte uno sprint veloce.

Nelle prossime settimane, forse, arriverà la settima. Andrà su un Malossi 177 ghisa su carter LML lamellare e sono in bilico tra quella e la Polini, vedremo.

 

Il confronto con la Polini è stato fatto su 150 e la differenza, anche se non abissale, si sente. La Polini rende di più su tutti i fronti, di contro però fa casino e questo la rende rischiosa quando si ha a che fare coi vigili.

 

Leggevo su faccialibro che le padelle Malossi non sono altro che delle Faco rimarchiate ma non ho mai visto dal vivo una Malossi per confrontarla.

 

Interessante deve esser anche la padella racing che distribuisce LaVespaDue, io la comprai l'anno scorso ma non ho ancora avuto modo di montarla e provarla.

 

 

Tornando alla Faco, come ho scritto costa dai 60 ai 70 euro più o meno, una padella originale va dai 20/25 di quelle indiane ai 40/50 di una Sito/Piaggio...

Secondo me non c'è nemmeno da pensarci su cosa acquistare, siamo nel 2021 e per fortuna anche nelle marmitte si sono fatti passi avanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il bigbor però si trovano carter nuovi e la valvola è già decente. Comunque credo che per una configurazione da turismo, sia piuttosto complicato andare a rompere i carter.

 

Io sulle padelle, per il momento sono tornato a quelle originali per una questione acustica. Coi miei motori, che sono tutti fasati bassi, si sente poca differenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque ho pensato a creare questa discussione l'altro giorno quando, dopo mesi di delirio, ho trovato il tempo per liberare quanto basta il garage e per tirar fuori la SV. Il tempo meteo mi ha dato una mano e sono addirittura riuscito ad usarla per ben due giorni di fila per andare al lavoro. La mia SV ha un semplicissimo 177 Polini montato con cura e pazienza, motore affidabilissimo che, col suo SI20, parte sempre al primo colpo e fa i 30km con un litro. Diciamo che non va molto meno di un 200 originale, pur consumando molto meno. A sto motore manca solo un po' di brio oltre gli 80kmh oppure in salita, ma credo sia proprio un fattore di centimetri cubi... per farci una vacanza, forse avrei qualche riserva per una questione di potenza in salita.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come vedi il 177 Polini un po' lavorato può essere una buona soluzione... Ma dipende tanto da cosa si vuole e si può fare a livello di elaborazione budget 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho avuto un motore come intendi tu se non ho capito male e ci ho fatto 20.000 km senza toccare una vite . 
polini 221 alluminio c60 

albero anticipato c.60 pinasco

pignone da 24 per z65 originale

SI 26 filtro T5

accensione originale no elestart

frizione 4 dischi con molle DR

BGM big box touring 

I 100 li tieni quanto vuoi e non si stanca mai, neanche in due.

anche Malossi sport lo vedo bene, era il mio step successivo ma poi ho cambiato programmi 

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, FedeBO ha scritto:

Ho avuto un motore come intendi tu se non ho capito male e ci ho fatto 20.000 km senza toccare una vite . 
polini 221 alluminio c60 

albero anticipato c.60 pinasco

pignone da 24 per z65 originale

SI 26 filtro T5

accensione originale no elestart

frizione 4 dischi con molle DR

BGM big box touring 

I 100 li tieni quanto vuoi e non si stanca mai, neanche in due.

anche Malossi sport lo vedo bene, era il mio step successivo ma poi ho cambiato programmi 

 

Ecco... Fosse un big bore alla fine la tua sembra un'ottima scelta in tutto! Forse con il 24 non è che vada molto meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Sirvano Sr. ha scritto:

Io punterei su un big bore, ad esempio su un Malossi sport perché di solito ha un ottimo livello di rifiniture, con un bel Tameni anticipato, che di solito ha una buona equilibratura. Testa rigorosamente a candela laterale. Terrei la fasatura bassa, in modo da avere tanta coppia, in generale tenderei a tenerlo poco compresso. Padella originale Piaggio, al più la Polini original: m dà molto fastidio nei lunghi viaggi avere la vespa che fa casino! Come carburatore, terrei ad ogni costo un SI24 per poter lavorare con il miscelatore, che secondo me per i viaggi è un vantaggio rilevante, e ovviamente per semplicità di manutenzione del SI. Il dubbio sarebbe sul filtro: io opterei sempre e comunque per avere il filtro originale, che oltre a smorzare il rumore, regolarizza l'erogazione e contribuisce a tenere pulito il motore.

Terrei il cambio originale del 200, ovviamente rimesso in tolleranza e attrezzato di crocera BGM, ma di primaria metterei una 23/64 denti dritti con frizione Cosa2, in modo da avere modulabilità e semplicità di manutenzione. 

Come accensione metterei una Ducati originale oppure una Vape ad anticipo fisso, in modo da avere più corrente.

Il 210 Frankenstein che montavo quando siamo andati a bere all'Hemily a Borgolavezzaro era la brutta copia di quello che hai elencato...

Velocità massima 125 orari di gps ma a 100 allora sempre di Gps ho fatto da Casale Monferrato a Gravellona Toce e ritorno sulla A26 poco prima di smontarlo ed era ottobre 2019, tutto ok nessun problema, non ho foto di pistone e canna ma ti assicuro che era tutto ok.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Il_Barone ha scritto:

Da quando ho scoperto le padelle Faco Racing non monto altro sui motori che faccio.

Costano il giusto (60,70€ al massimo) sono fatte bene, non fanno troppo casino (per intenderci, molto meno di una Polini...cosa da non sottovalutare abitando in città) e come prestazioni siamo un pelo sotto alla Polini.

 

Dimenticavo, qualunque cosa assemblerai.....la grippi.

Io di Faco ne ho montate due, una per me e poi venduta e una al mio amico Fabio sulla Sprint veloce pxizzata che poi l'ha venduta pure lui.

Entrambi abbiamo fatto pochissimi km... Ma la mia dopo 100km si è dissaltata la staffa di fissaggio e a quella di Fabio si è dissaldata la paratia interna.

Posso dire però che fa un pochino più di rumore di una polini original ma come erogazione ammè mi piace di più... Perché ha meno coppia ai bassi ma più ai medi e di più agli alti, provata su 177 polini e 177bgm...

@Sirvano Sr.non ascoltare le considerazioni del Barone perché tanto di motori non capisce nulla.

Poi di Polini original ne ho montate 5, due io, una Fabio e due sempre io su 200... Le due che ho montato io su 150 e 177 sono andate bene tranne quella che ho montato sui miei 177 p&p che dopo un po' si è crepata intorno alla staffa.

Quella di Fabio che era una delle prime prodotte proprio non montava e tira batti picchia ecc per montarla han ceduto due saldature così ha iniziato a sfiatare  lui l'ha buttata nel secchio del ferro.

Sui 200 ne ho montata una che mi era stata prestata da P.Paolo ed anche quella dopo poco si crepò intorno alla staffa e dovetti smontarla e farla saldare... L'ultima che ho comprato sempre per 200 (andrà sul mio 208) l'ho presa usata ed aveva ceduto la paratia interna poi fatta saldare ma dopo poco si è crepata sempre intorno alla staffa e allora un mio amico bravo col tig me l'ha saldata ... Col mig.

Morale

Di ste padellacce non se ne salva una... O meglio quelle che danno prestazioni decenti si rompono tutte!

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Sirvano Sr. ha scritto:

Per il bigbor però si trovano carter nuovi e la valvola è già decente. Comunque credo che per una configurazione da turismo, sia piuttosto complicato andare a rompere i carter.

 

Io sulle padelle, per il momento sono tornato a quelle originali per una questione acustica. Coi miei motori, che sono tutti fasati bassi, si sente poca differenza.

Guarda io ho buttato soldi in cilindri alberi carter prove e prove su prove, al 99% sempre sulla mia vespa tranne che su una gtr di un amico e sulla sprint veloce di un altro amico... Se avessi ancora qui tutti i soldi che ho speso in cilindri alberi carter e ore di lavoro in garage per prove su prove a cercare di assemblare il motore perfetto potrei tranquillamente permettermi di acquistare un malossi 210 sport, una coppia di carter malossi a valvola, un albero decente, SI 26 Spaco (che poi è 25) cambio Piaggio 125 crocera piatta e primaria 23/62 ... Bgm o al massimo la DRT... Padella credo la malossi... È come la Faco ma con una qualità costruttiva molto più alta e con una erogazione migliore della polini per i miei gusti... Ecco probabilmente rispetto a tutto quello che ho speso avrei anche risparmiato dei soldi.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, FedeBO ha scritto:

Ho avuto un motore come intendi tu se non ho capito male e ci ho fatto 20.000 km senza toccare una vite . 
polini 221 alluminio c60 

albero anticipato c.60 pinasco

pignone da 24 per z65 originale

SI 26 filtro T5

accensione originale no elestart

frizione 4 dischi con molle DR

BGM big box touring 

I 100 li tieni quanto vuoi e non si stanca mai, neanche in due.

anche Malossi sport lo vedo bene, era il mio step successivo ma poi ho cambiato programmi 

 

Ecco, il c60 non mi piace, più che altro perché l'albero ha meno materiale del c57 e lo vedo come un possibile punto critico. Per montare il filtro del T5 sul SI26 che coperchio devi montare? Presumo che quello "normale" non ci vada, ci vuole quello modificato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
46 minuti fa, Ti sbagli ha scritto:

Guarda io ho buttato soldi in cilindri alberi carter prove e prove su prove, al 99% sempre sulla mia vespa tranne che su una gtr di un amico e sulla sprint veloce di un altro amico... Se avessi ancora qui tutti i soldi che ho speso in cilindri alberi carter e ore di lavoro in garage per prove su prove a cercare di assemblare il motore perfetto potrei tranquillamente permettermi di acquistare un malossi 210 sport, una coppia di carter malossi a valvola, un albero decente, SI 26 Spaco (che poi è 25) cambio Piaggio 125 crocera piatta e primaria 23/62 ... Bgm o al massimo la DRT... Padella credo la malossi... È come la Faco ma con una qualità costruttiva molto più alta e con una erogazione migliore della polini per i miei gusti... Ecco probabilmente rispetto a tutto quello che ho speso avrei anche risparmiato dei soldi.

A proposito di soldi, aspetto che non ho considerato proprio in quanto per ora non ne ho proprio...

Considerando che cercherei di evitare tutto il materiale usato, specialmente sulla componentistica interna...

Quanto bisogna tossire per tirar fuori un blocco del genere prendendo tutto nuovo? C'è qualcuno (a parte drt) che si è preso la briga di mettersi a fare il materiale per il cambio?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oddio un cambio dedicato di sto tempi vuol dire delicato... Su una cosa normale io mi orienterei su un cambio indiano con rapportatura originale...

 

E tocca tossire molto molto forte se davvero vuoi tutto nuovo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda per McKenzie: perchè cambio indiano? Più robusto del cambio px a denti grossi crociera piatta? Perchè ho giusto un motore lml lamellare in attesa da tempo....

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Sirvano Sr. ha scritto:

A proposito di soldi, aspetto che non ho considerato proprio in quanto per ora non ne ho proprio...

Considerando che cercherei di evitare tutto il materiale usato, specialmente sulla componentistica interna...

Quanto bisogna tossire per tirar fuori un blocco del genere prendendo tutto nuovo? C'è qualcuno (a parte drt) che si è preso la briga di mettersi a fare il materiale per il cambio?

 

 

Benelli come cambi produce un po' di tutto. Da completi a solo ingranaggi. Rapporti originali e rapportature sue.

https://www.bestracingvespa.it/Prodotti/Vespa+large

 

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Ciao un bel cilindro in alluminio in corsa lunga,un si 26,una padella nell mio caso ne ho una che ammazza i bassi ma non me ne accorgo, una primaria almeno da 24/63 con 4à da 36 oppure da 35 da accoppiare al cluster da 20 (nel mio caso),a 100 kmh effettivi sono a circa 5600' e va che è una bellezza.

 

Se abiti dove c'è vento,scordati il malossi mhr,punta sullo sport ma comunque anche in questo caso se devi fare un giro lungo, prima di uscire di casa un'occhiata alle previsione del vento le  devi dare,altrimenti il polini in alluminio,questo assieme all'altro che non mi ricordo più come si chiama bisco,basco, bitasco,napisco, insomma lui,le previsoni del vento non le dovrai mai guardare,pagando sopratutto con il napisco  le prestazioni agli alti.(pagando le prestazioni agli alti) in realtà non ne ho mai visti,però dicono così vuol dire che qualcosa di vero ci sarà,dove sarà chi lo sa?:Smoking:

revisione px 125 q.jpg

Edited by P.Paolo

Share this post


Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, rugge#55 ha scritto:

Domanda per McKenzie: perchè cambio indiano? Più robusto del cambio px a denti grossi crociera piatta? Perchè ho giusto un motore lml lamellare in attesa da tempo....

 

L'ho buttata la a caso con poche informazioni... Credo che le serie ingranaggi originali che si trovano in giro oggi siano indiane di provenienza e magari prese la costan meno senza rincari enormi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
1 ora fa, Sirvano Sr. ha scritto:

C'è qualcuno (a parte drt) che si è preso la briga di mettersi a fare il materiale per il cambio?

I tuoi compaesani di adozione a marchio Bgm hanno a listino un bel cambio per largeframe crociera piatta

Edited by Ti sbagli
di adozione

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Ti sbagli due faco su due ti si sono rotte? Dai belin allora sei sfigato. 😂

Non ho fatto video ai tempi ma la differenza di rumore tra faco e polini era evidente (la polini faceva più baccano) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.