Vesparacing

Upgrade del mio Zirri MR2000 in ghisa

Recommended Posts

No nulla è di ingombro sul carterino....il carter è un leva lunga tipo et3...

Praticamente ho ricavato una piastra da 4 mm di spessore a taglio laser opportunamente sagomata,dopo al tornio ho realizzato le altezze utili.

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mc kenzie se vuoi provarlo il disco bombato di chiusura ne ho uno anche per te,ne ho fatti un po tempo fa,ma tu devi avere una frizione 4 dischi base piaggio su cui montarlo per apprezzarlo bene,è una modifica che mi sono fatto da mettere sulle 4 dischi per eliminare completamente il trascinamento e renderle piu' modulabili.

Il resto carterino leva lunga originale con spingidisco in ottone classico

Domani vi posto foto della doppia molla che sono una modifica vintage e per essere montata necessita saldare il piattello sul disco frizione porta molla

il mozzetto o ragnetto è un originale piaggio.

In questa foto dello smontaggio che gia' avevo postato si possono notare questi particolari.

 

Mr2000 680.jpg

Mr2000 681.jpg

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/3/2020 at 11:57, MLR dice:

Grazie per la spiegazione ora mi è chiaro.

Chiedevo ciò perché avevo notato che il cluster crimaz 17/20 era compatibile con quarta dedicata z49 o appunto con terza ape invece come spiegato da Mk sono differenti da quelle che ingranano con corona da 46.

C'è anche il benelli 20/49

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho chiuso il blocco e lo ho piazzato sotto il telaio.

Il gruppo termico ancora non è montato,causa pasaggio in biella 105 sono senza la basetta da 8 mm che appena riaprono le aziende faro' realizzare

 

mr 041.jpg

mr 042.jpg

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel frattempo mi metto un po avanti,ho collegato i cavi ecc..

Per quanto riguarda il gt gli ho preparato un pacco lamellare rivisto.

Gia' era stato leggermente rivisitato...semplicemente eliminando gli stopper in lamiera,ma il lavoro non aveva portato a nessuna resa maggiore,quindi ho dedotto sintomo di lamelle  montate troppo grosse.

Ecco come si presentava il pacco lamellare,si puo' anche notare che è sprovvisto di inserto guida flussi

mr 044.jpg

mr 053.jpg

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho creato un inserto guida flussi in resina bicomponente,e internamente alla cuspide ho applicato un lamierino con la funzione di stabilizzare il flusso in uscita dal pacco e crearne un sottile strato limite su di esso,con l'intenzione di eliminare turbolenze e cali di pressione in quella zona a ridosso delle lamelle.

mr 048.jpg

mr 049.jpg

mr 051.jpg

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed ecco tutte le componenti delle lamelle tra prima e adesso.

A sinistra le lamelle originali del kit spessore 0,5 mm che rimanevano applicate tramite una spiaggietta avvitata fatta di fibra per lamelle,in luogo dei suoi stopper in lamiera.

A destra ho ritagliato delle lamelle da un foglio della polini,il cui spessore effettivo è di 0,45 mm,poi sopra un lamierino di 0,5 mm poi gli stopper ritagliati con lo stesso foglio della polini ed infine la spiaggetta di chiusura e fissaggio del tutto.

Cosi ho un pacco con guida flussi,e lamelle un filino piu' tenere almeno per i  bassi regimi.

Poi quando sara' finito,man mano andro provando lamelle magari piu' tenere ancora e altri stopper,per cercare la miglior erogazione possibile,intanto parto cosi per sentire come funziona

mr 052.jpg

mr 045.jpg

mr 046.jpg

  • Mi Piace 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Andrea

Bei lavori, spero che il foglio lamelle Polini sia quello più costoso quindi di carbonio buono...coi classici fogli polini da 15e circa mi si sono sempre rotti gli spigoli sia vari spessori sia lamelle singole che monopetalo...provate su motori spinti....non ho mai provato i fogli lamelle carbonio Polini importanti da 45 euro circa e penso quelli forse non si rompono...

 

Secondo me anche con tutti gli accorgimenti di taglio i fogli polini "carbonio" economici non valgono sui motori tosti come questo

 

Il carburatore monti il Vhsb34? ah no il Phbe vero?

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la precisazione Alberto,sinceramente non ricordo quanto li ho pagati,era un kit congezionato di due fogli polini 100x100 mm che mi sembra costassero sui 40 euro.

Le avevo gia' usate su altri motori per rifare lamelle piu' morbide in luogo delle 0,5 che tanti gt spinti montano,e non ho mai avuto problemi,sicuramente non è un materiale di alta qualita'.

Al momento riutilizzero' il phbe 34,ora con il lavori non ho piu' proseguito,mi manca la basetta per poi montare il gt e infine dedicarmi a riprofilare una testa nuova per questo motore

 

  • Mi Piace 2
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che sono a casa e la giornata è lunga,mi sono fatto la basetta di alluminio spessore 8 mm a mano con lima,trapano e tornio.

Cosi ho potuto continuare e provare un montaggio fittizzio,per verificare le altezze e squish.

20200410_155411.jpg

20200410_150756.jpg

  • Mi Piace 2
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo una testa malossi dei vecchi kit,usata che mi avanzava da tempo in un angolo.

La ho riprofilata a tornio per fare una buona camera di combustione e ottenere un miglior rapporto di compressione.

Utilizzare una testa malossi non è casuale,è una di quelle un po piu' spesse di alluminio tra i vecchi kit in ghisa,altrimenti avrei dovuto acquistarne una di ultima generazione,tipo polini,falc o quattrini.

Per ora uso questa,che gia' rispetto alla precedente è gia' un passo avanti.

La testa del kit MR,veniva fissata con 6 punti,4 i prigionieri e 2 bulloni a brugola da M8 sul cilindro,vi riposto la foto cosi vedete come era

Mr2000 679.jpg

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa invece quella realizzata ieri,non utilizzero' piu' i 2 fissaggi sul cilindro con vite a brugola,ma la tirero' solo con i 4 dadi dei prigionieri.

Altra miglioria fatta,gli ho realizzato un centraggio con il cilindro,se notate ce un gradino all'esterno della testa che serve ad incassarla,e autocentrare la camera di combustione e la corona di squish con il pistone.

Sul cilindro ho realizzato il diametro di centraggio che serve ad ospitare il gradino fatto sulla testa.

L'angolo della banda di squish è identico al profilo pistone,per ottenere una misura di squish pari,la lunghezza della banda è di 8,5 mm

La camera di compustione è emisferica,e il profilo è realizzato in modo da ottenere un rdc di 14a 1.

Questi i componenti che montero',le misure geometriche realizzate non sono ultra precise,in fase di montaggio e chiusura,i centesimi necessari per corregere un angolo o altezza di squish,le posso sempre riprendere avendo il tornio a fianco.

Ora montata la testa senza guarnizioni ottengo uno squish di 0,7,quindi impiegando due guarnizioni per la basetta da 0,3 mm dovrei essere apposto.

Per lo squish rimarro' su valori sicuri 1/1,1 mm

20200410_155516.jpg

20200410_155457.jpg

20200410_220343.jpg

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel lavoro, magari ci metti pue un oring come quelli malossi e saresti a posto... forse puoi usare guarnizioni più fine e stare basso di squish senza problemi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Urka Andrea non è un po' troppo poco lo squish a 0.7mm? già la banda squish della Malossi è tanto larga (fatta per la vecchia benzina super) in più hai ben 58mm di alesaggio...poi vabe sai il fatto tuo...magari ci metti una 100 NO

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ho letto ora la discussione bel lavoro.... Questi sono i guidaflussi che faccio per quel pacco fatto con una tecnica tutta diversa ma il risultato è simile! 

Cosa cambia secondo te dalle "seconde lamelle" (Quelle sopra) tagliate come hai fatto tu che Usa anche falc ai Balestrini che si alzano lateralmente sul pacco e hanno un arco al centro tipo TM ecc? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Alberto.dm Tecnofalc ha scritto:

Urka Andrea non è un po' troppo poco lo squish a 0.7mm? già la banda squish della Malossi è tanto larga (fatta per la vecchia benzina super) in più hai ben 58mm di alesaggio...poi vabe sai il fatto tuo...magari ci metti una 100 NO

Ciao Alberto,ho scritto 0,7 senza guarnizioni,è il risultato ottenuto dopo avere creato un nuovo profilo testa.

Ho montato sotto una guarnizioni da 0,4 e lo squish mi è salito a 1.

 

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Voglio riuscire a pomparlo un po questo motore,ma in tutta sicurezza.

Ora sono fermo con il lavoro,devo rivedere bene le misure di fasi,squish ecc... poi serro definitivamente la testa.

Comunque l'idea è di tenere uno squish tra 1 e 1,1

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, Emil RCG ha scritto:

Ciao ho letto ora la discussione bel lavoro.... Questi sono i guidaflussi che faccio per quel pacco fatto con una tecnica tutta diversa ma il risultato è simile! 

Cosa cambia secondo te dalle "seconde lamelle" (Quelle sopra) tagliate come hai fatto tu che Usa anche falc ai Balestrini che si alzano lateralmente sul pacco e hanno un arco al centro tipo TM ecc? 

Si la soluzione alla fine,ha lo stesso concetto mi sembra,ovviamente per fare quell'inserto,è stata usata un altra tecnica,io me lo sono fatto con quello che avevo lamiera incollata e fermata con dello stucco.

Per quanto riguarda le lamelle,io ho sempre utilizzato questa soluzione il balestrino che indurisce la lamella di piu' al centro.

Sono dell'idea che le lamelle devono essere flessibili e rispondere alla minima sollecitazione,quindi morbide all'esterno e dure al centro della loro superficie,quando vanno in contatto con il balestrino o stopper.

Sicuramente l'altra soluzione utilizzata con balestrini che lavorano lateralmente sugli stopper,ha la sua validita',ma penso che sia influita anche da variabili del motore e da come è la sua erogazione.

Nel mio caso e dalle prove di esperienza mi trovo bene e so lavorare con questa forma di balestrino,che ritengo permetta alla lamella anche di lavorare meglio in caso di segnali pulsatori che arrivano sui lati del pacco,come nel caso di pacchi che inseriti nel loro alloggio al cilindro si ritrovano quasi a fianco della cuspide booster di aspirazione o luci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao vesparacing, innanzitutto complimenti e mi presento a tutti sono Mattia, guardando il tuo preciso lavoro e leggendo anche le preziose info sull Mr, volevo chiederti che albero hai montato alla fine in biella 105?non più il mazzucca vero? 

Anche io sto riaprendo il vecchio mr montato almeno 8 anni fa e cercavo info sull albero nelle varie discussioni, io ora ho un anticipato da cambiare assolutamente, ti ringrazio in anticipo se hai il tempo di rispondere visto che é passato un po di tempo dall ultima pubblicazione

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Andrea

come sei messo con l'upgrade del tuo MR

 

allego la foto del mio MR a una penultima versione..montavo MR col suo pistone ma testa malossi riassestata da un vespista tedesco, albero Amt 186 o spalle piene tameni, acc parma (ma nei best result era Pvl variabile) espa falc girata 39 lucido

e7ba153d5891b5d850ab9ce552a4c04e.jpg

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.