The Hand of The Monkey

BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

Recommended Posts

image.thumb.png.53dd05a73026224154af9b19dc59eb5c.png

 

Ciao a tutti! Reduce dalla forse lieta risoluzione della conversione del mio impianto elettrico ET3 in uno a 12 volt con batteria, mi trovo punto e a capo volendo mettere l'accessorio SIP contakm e contagiri anche sulla lambretta. Il mio punto di partenza è lo statore BGM che vedete sopra, attualmente abbinato ad un normalissimo regolatore del tipo "GGmassa". A memoria ricordo il filo giallo grosso entrare in una delle G, probabilmente la prima, il nero è ovviamente massa mentre il giallo sottile devo verificare, ma probabilmente sarà analogo al verde vespa.

 

Ora la domanda è: se ci metto il regolatore GGB+C, qualcuno sa se è in grado di caricare la batteria?

 

Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrebbe in qualche modo fare la stessa cosa... Jimmi non era rimasto contento dello statore e preferisce l'accensione stratos ducati... Puoi trovare anche lo schema fatto da me dell'impianto sip in continua che va usato con un contatto chiave particolare... 

 

Cmq tornando a te credo che il tutto possa essere usato proprio come sulla vespa che hai 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cmq controlla come sono collegati i fili alle varie parti dello statore e cosa è a massa o non lo è... Perché quella dicitura DC forse vuol dire qualcosa

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minuti fa, McKenzie dice:

Perché quella dicitura DC forse vuol dire qualcosa

Beh se sta per "corrente continua" non vedo nessun problema. Non so però se sia possibile che una corrente continua esca tal quale direttamente dagli statori senza essere convertita e raddrizzata da qualcosa prima di arrivare al servizio che deve alimentare. Qui torniamo alla mia ignoranza in materia. Però è anche vero che ad esempio lo statore che ho montato sulla vespa ha i famosi due fili giallo e rosso in cui il rosso và direttamente alla batteria senza passare dal regolatore, dove invece si innseta il giallo.. può quindi quel rosso essere in continua?

Share this post


Link to post
Share on other sites

image.thumb.png.06ba57e11a9076861c574a9d694eccc1.png

Qui si nota bene come il giallo grosso esca dall'avvogimento immediatamente adiacente a quello fasciato, con un bianco che solitamente và a massa sul corpo metallico che fa da supporto all'intero statore.. il giallo piccolo esce invece da quella in alto. E' uno schema familiare, devo controllare tra i miei vecchi statori perchè smontare mezza lambretta solo per verificare da dove escono i fili magari non serve se ne ho in mano una..

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho la bgm in alternata sul prima serie con batteria e impianto sip in continua, si era rotto uno statore

la stratos ducati è su terza serie e alimenta impianto in alternata.

 

se monti l'impianto sip esce con l'alimentazione dello strumento già sotto chiave e derivazione per la batteria, costa una trentina di n€

in futuro credo di montarlo anche su terza serie che nasceva con la batteria, avrei il posto per montarne una di discrete dimensioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Jimmi dice:

se monti l'impianto sip esce con l'alimentazione dello strumento già sotto chiave e derivazione per la batteria, costa una trentina di n€

 

Mi sa che non ho capito.. puoi mettere un'immagine o un link dell'impianto che citi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Qui trovi un po' di informazioni...

 

Io non conosco i modelli di labretta... Volendo si può ragionare sul tuo con il suo schema e vedere un po' cosa ci vuoi montare e come farlo al meglio, un po' come hai fatto con la vespa

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mooooolto interessante, ma al momento, benchè la quantità di luce sia al minimo sindacale anche a 12volt (colpa della parabola?), credo che una modifica così radicale ancora non sia matura per me. Purtroppo son fatto così... inizio con un 130 polini e finisco con un M1d60 con frizione, campana e albero... ci devo arrivare per gradi 😂

 

Il cosiddetto "blocco a 3 scatti" è quello che comunque è già montato sulla mia Special 125?

 

Oggi pomeriggio, se il garage non è troppo freddo, provo a cambiare il regolatore di tensione mettendo un GGB+C (al posto del semplice GG presente ora) e vedo con il tester cosa ne esce...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devi avere la batteria...

Cmq si può fare una cosa come sulla et3 credo.

 

Magari trovi il modello esatto di lambretta che hai e lo schema.

 

Acqua e sapone ed una bella sgrassata... E la parabola un po' migliora... 

 

Non so se il comando che dici a 3 scatti lo hai di serie... Credo sia facilmente verificabile

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, McKenzie dice:

Devi avere la batteria...

 

Nel senso che è un "must" ? 😃

 

51 minuti fa, McKenzie dice:

Non so se il comando che dici a 3 scatti lo hai di serie... Credo sia facilmente verificabile

 

Beh, fa 3 scatti. Se non ce n'è un altro che fa 3 scatti ed è differente, credo sia quello. 🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, ce n'è anche uno a 4 scatti ma non so su cosa fosse montato in origine e dovrebbe avere i contatti interni diversi rispetto al 3 scatti. 

Io ho cambiato direttamente l'impianto perché non ci capivo un cazzo di elettricità e dovendo fare ulteriori modifiche per tutta la fanaleria ho preferito semplificarmi la vita con roba già pronta 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi quell'impianto è fatto in un modo particolare e funziona solo con quel contatto chiave...

 

Secondo me si può ragionare anche facendo modifiche... Bisogna solo capire come è cablato lo statore e trovare lo schema giusto della lambretta 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dunque, ho sostituito il regolatore di tensione mettendo un GGB+C. Il risultato è stato che da B+ uscivano poco più di 3 volt e nulla da C. Mi sembra un dejavù.. dovrei rivedermi tutta la discussione che avevamo fatto con l'ET3..

Share this post


Link to post
Share on other sites

AGGIORNAMENTO: la Lambretta è di nuovo fra le mie grinfie. Dispongo del piatto statori come da titolo della discussione, del clacson DC, dell'impianto SIP per corrente continua, del fanale posteriore a led, di una piccola batteria tampone per antifurti come quella che ho su ET3, di un regolatore di tensione del tipo IDM (AC-DC-B+-massa) e della strumentazione contakm SIP; mi manca la lampada led anteriore da 80 watt e la posizione led anteriore. Lo schema che userò è quello di scooterthefero che allego. L'incognita rimane sempre se il piatto statori BGM sia adeguato a questo schema, ma sono fiducioso.

 

schema-DC_B1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda il link che ti avevo lasciato e vedi bene come funziona l'impianto, lo statore dovrebbe andare benissimo, la parte in continua con regolatore tipo IDM è molto esigua ma per lo strumento dovrebbe bastare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ripassando bene lo schema e le varie spiegazioni che si trovano su ScooterTheFero, pare che la funzione della batteria sia molto ristretta. In pratica l'impianto è fatto in modo tale che il suo funzionamento in corrente continua sia garantito anche con batteria scarica o malfunzionante, in quanto la sua funzione è solamente quella di alimentare l'impianto con Lambretta spenta. Per questo motivo è sufficiente una batteria anche piccola come la mia. Considerando la mia ignoranza in materia, ritengo comunque la presenza della batteria un vantaggio in quanto credo alleggerisca la funzione del regolatore di tensione.

 

La lampadina che ho ordinato per il faro anteriore è la seguente:

immagine.thumb.png.03ad42c5957a202c2b3b5c8f3e4a061f.png

 

https://www.amazon.it/gp/product/B07F2SPTNC/ref=ppx_od_dt_b_asin_image_s00?ie=UTF8&psc=1

 

Mentre il regolatore di tensione, senza nessun simbolo che identifichi i 4 pin, è il seguente:

image.thumb.jpeg.c3043a8bacd36674ae540ca6c537cbe3.jpeg

 

image.thumb.jpeg.44a9b9311a2e6a220591af35f16f325b.jpeg

 

image.thumb.jpeg.99589ade4f5a595b0c91a62503372fb1.jpeg

 

IMG_20200511_132639.thumb.jpg.405cf87e87d70d4b28dd6cb6757e1f6e.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

1 ora fa, The Hand of The Monkey ha scritto:

Questo pare sia lo schema del regolatore:

 

Regolatore 12V 50 YAMAHA/MINARELLI 50512

 

Questo regolatore non da molta corrente in uscita sul B+... ma devi fare le tue prove, come ti dicevo non conosco lo statore che hai.

Lo schema dell'impianto c'è ed ho cercato di essere più chiaro di loro e ricorda che la batteria va collegata sui regolatori che lo prevedono e mai scollegata a motore acceso, inoltre appunto come dici se il regolatore è in grado di fornire abbastanza corrente non serve che la batteria sia "grossa" perchè fa da backup ai bassissimi giri ed a motore spento oltre che a livellare le cose durante il funzionamento

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Dunque McK, credo che la mia scelta fosse replicare quanto fatto con successo sull'ET3, oppure l'opzione fornita dal cablaggio SIP che mi pare differente.

 

La differenza sta nel fatto che sull'ET3 ho un avvolgimento nello statore dedicato solo alla batteria e un altro per i fanali, con regolatore AA etc, e la batteria alimenta solo il display SIP, mentre il cablaggio già bello fatto e finito di SIP acquistato su STF si appoggia completamente all'uscita DC del regolatore di tensione, per cui la batteria non viene quasi consumata se non a motore spento. Anche quest'ultima è una alternativa interessante anche se sinceramente mi sento più sicuro ad avere il display attaccato solo alla batteria. Il vero vantaggio del cablaggio SIP/STF, oltre ad essere lì bello pronto che ti guarda con tutti i fili del colore giusto, è che si integra naturalmente col blocchetto chiavi della lambretta, che è un oggetto un pochino pù complesso rispetto al ON/OFF dell'ET3 e che avrei dovuto escludere accendendo o spegnendo il display con un interruttore a parte. Il regolatore di tensione pare stra collaudato, in quanto ho scoperto essere in usa su tantissimi modelli di scooter dall'Aprilia Amico e dal MBK Booster in poi fino ai giorni nostri.

 

Ora voglio aspettare la lampadina, prevista per il lontano 26 maggio, e fare un falso montaggio prima di rimuovere i cablaggi dalla Lambretta, in modo da poterla usare fino all'ultimo prima di metterla sotto i ferri.

Edited by The Hand of The Monkey

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto sta nel misurare l'assorbimento dei vari componenti con un amperometro e poi con lo stesso amperometro vedere quanto esce dal regolatore.

 

I tanti scooter che usano quel tipo di regolatore non so che impianto abbiano.

Per quanto riguarda lo schema di funzionamento del blocchetto chiave si trova sugli schemi lambretta.. il cablaggio è forviante con i colori che come dici te sono giusti sulle uscite, ma cambiano all'interno del cablaggio per quello avevo fatto lo schema...

 

Ti direi che se tutto va bene ed il regolatore è in grado di dare corrente a sufficienza con il tuo statore sei già a posto, altrimenti tocca seguire un'altra via e vedere magari di fare delle modifiche, aspetto che fai tutte le misurazioni del caso... ma avendo preso le lampade a led toccherà fare un sistema completamente in continua appunto.

 

Grazie ad un altro utente che le misure con l'amperometro le ha prese su quel tipo di regolatore e statore IDM la corrente in continua è in grado di alimentare il solo strumento sip, magari nel tuo caso va meglio

Share this post


Link to post
Share on other sites
52 minuti fa, McKenzie ha scritto:

Tutto sta nel misurare l'assorbimento dei vari componenti con un amperometro e poi con lo stesso amperometro vedere quanto esce dal regolatore.

 Purtoppo questo non ho idea di come si faccia materialmente. Cioè , la misurazione in uscita dal paitto statori mi sembra intuitiva, ma la misurazione di lampade e display sip come la eseguo?

 

53 minuti fa, McKenzie ha scritto:

Grazie ad un altro utente che le misure con l'amperometro le ha prese su quel tipo di regolatore e statore IDM la corrente in continua è in grado di alimentare il solo strumento sip, magari nel tuo caso va meglio

Mi metti il link che vado a studiare?

 

Comunque nel video e nella descrizione prodotto è scritto o detto che qualsiasi accensione elettronica è in grado di far funzionare lo schema STF/SIP, spero sia vero!

 

Grazie McK.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, The Hand of The Monkey ha scritto:

 Purtoppo questo non ho idea di come si faccia materialmente. Cioè , la misurazione in uscita dal paitto statori mi sembra intuitiva, ma la misurazione di lampade e display sip come la eseguo?

 

Si mette un amperometro in serie sul positivo dell'utilizzatore, certo quelli classici da tester si cambia lo spinotto di collegamento e hanno massimo 10A di corrente oltre si brucia il fusibile.

Altrimenti quelli professionali hanno una pinza amperometrica e basta metterla attorno al filo interessato per rilevare il dato.

 

10 minuti fa, The Hand of The Monkey ha scritto:

Mi metti il link che vado a studiare?

 

E' un PM a me riguardo ad una modifica su cui chiedeva dei consigli, le case non dichiarano mai quanta corrente danno i regolatori (alcuni la massimale) e lo strumento sip anche non è dichiarata la potenza assorbita...

 

Nel caso della tua lampadina anteioe dovrebbe essere da 36W nominali (che non so se corrispondono al vero) e con la formula P = Vxi trovi i = corrente con V = 12V... in questo caso 36/12 = 3A... certi statori dichiarano 90W massimali in corrente alternata e quindi regolati a 12V hanno 7.5A massimi di corrente disponibile, ma poi in continua la cosa dipende dal tipo di regolatore che si usa

 

10 minuti fa, The Hand of The Monkey ha scritto:

Comunque nel video e nella descrizione prodotto è scritto o detto che qualsiasi accensione elettronica è in grado di far funzionare lo schema STF/SIP, spero sia vero!

 

Le accensioni elettroniche senza dubbio sono in grado di produrre corrente, che l'impianto sip lo usi in continua o altenata non cambia nulla... certo fare una cosa come quella che hai sulla ET3 ovvero un impianto misto altenata/continua prrevederebbe lampadine tradizionali per funzionare bene... e probabilmente se vuoi tutto in continua l'accoppiata statore/regolatore non è quella giusta...

 

Ma andrebbe verificato perchè appunto non conosco lo statore

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sto usando un cablaggio acquistato da ScooterTheFero ma di orgine SIP per l'impianto elettrico in corrente continua e un display SIP multifunzione. Per non confondere i due cablaggi d'ora in poi mi riferirò al primo come STF e al secondo come SIP per non creare confusione.

 

Dunque, oggi sono arrivate le lampade. Sono due, così eventualmente ho il ricambio. Tra il fondo della lampada con ventola di raffreddamento e l'innesto elettrico c'è un filo alla cui metà è presente una sorta di powerbox a cui dovrò trovare spazio dentro il manubrio - spazio che sarà occupato anche dal cablaggio del display SIP. La vedo dura ma per fortuna non parliamo dello sterzo di un ET3 😂

 

Ieri sera ho disteso il cablaggio STF e ho comiciato ad inserirlo sul telaio. Fin qui tutto bene smontando solo nasello e parafango. Stasera comincerò a mettere il cablaggio del display SIP e spero di non dover alzare lo scudo dal telaio. In generale comunque è tutto molto più semplice rispetto all'ET3 grazie allo schema di STF. Ho già sistemato il fanalino posteriore led che però mi ha fatto un pò penare perchè la piastra a supporto di led e circuito è sagomata in maniera completamente sbagliata rispetto al fanalino e ho dovuto andare di lima.. questo non me lo aspettavo sinceramente. Infine ho derivato due fili dai due rosa del pulsante dello stop al pedale; li ho portati al manubrio e fatti uscire dal foro sul semimanubrio da cui passa l'intrecciato del freno a disco; l'intento è sfruttare il pulsante integrato e accendere lo stop anche da leva al manubribrio.

 

Voglio sistemare il cablaggio del display SIP per capire dove posso mettere la powerbox, che presenta un marrone per raccogliere il segnale per il contagiri, un rosso di alimentazione e un nero di massa, mentre il cablaggio STF presenta 4 fili... un rosso e un nero per la batteria, un rosa e un marrone per la powerbox SIP e sono un po' dubbioso. Spero di risolvere come col fanale posteriore, trovando foto sul sito STF, perchè i colori non corrispondono (nella fattispecie abbiamo rosa/nero/bianco dal cablaggio e rosso/blu/nero dal fanalino led e l'accoppiamento è rosso-rosa, giallo-nero e nero-bianco).

 

Una cosa positiva è la completa eliminazione della scatoletta circolare in cui si infilavano le terminazioni di parecchi fili del vecchio cablaggio.

 

A domani per un altro aggiornamento.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.