Dinu

Utente
  • Content Count

    32
  • Joined

Community Reputation

22 Neutral

About Dinu

  • Rank
    Member

Personal Information

  • Birthday
    08/11/2017
  • Place
    Riccione (RN)

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ciao, la soluzione che ho adottato io per montare il cilindro dello skipper è la via piu semplice perché ho utilizzato i carter quattrini per il 200 che in pratica erano già pronti, mancavano solo i fori dei prigionieri che anche senza grandi attrezzature si riescono a fare in modo preciso. Poi anche per l'albero l'originale dell'M200 ha già il piede di biella per lo spinotto da 16 e anche quello è pronto. Marziali tanti anni fa, quando ancora non c'erano tutti questi carter nuovi, l'aveva adattato su quelli originali. Ricordo un vecchio post su et3.it dove diceva che solo di lavorazioni ai carter aveva speso 1000 euro. Come costi siamo li.... Per il lavoro che vuoi fare te in corsa corta devi vedere che i fori dei prigionieri sul cilindro non cadano come posizione sopra a quelli dei carter altrimenti fare una piastra avvitata non sara facile. Se sarà possibile farla considera anche lo spessore, se troppo sottile come quella che avevo fatto inizialmente io c'è il rischio che si pieghi. Se dai conti che farai per trovare il giusto spessore in funzione delle fasi, corsa, lunghezza Biella, rdc squish, ecc ecc ti dovesse venire troppo sottile valuta di abbassare i carter per guadagnare mm. Data la mia triste esperienza (vero anche che la cilindrata è molto piu alta) la farei almeno da 10 mm. Buon lavoro!
  2. Ciao, si ce l'ho il video, il problema è che è su Facebook e non lo riesco a scaricare per condividerlo da altre parti 😅. Qualcuno di voi sa dirmi come posso fare? Grazie.
  3. Ciao, grazie ad entrambi per le risposte. Per il discorso balestrini, scusa l'ignoranza, intendi tipo mettere sopra alle lamelle delle altre lamelle tagliate fino ad 1/3-meta della lunghezza? Perché al momento ho su delle lamelle fatte dal foglio di carbonio polini da 0,25 montante cosi senza niente e ci ho fatto circa 600 km, probabilmente saranno anche disintegrate ma il motore lo sento sempre scarburato uguale sotto e con un sacco di rifiuto e nonostante 1000 prove di carburazione non cambia niente. Si Comportava uguale anche prima con le lamelle originali del pacco quattrini che sono da 0,42 mm sempre senza balestrini. Proverò a mettergli i balestrini e vediamo se cambia qualcosa.
  4. Ciao, non sono ancora riuscito a sistemare la carburazione 😅 anche se sono sempre più convinto che il problema dipenda dall'insieme collettore che ho fatto e pacco lamellare. Cmq adesso che ci ho fatto un po di strada sto cominciando a tirarla un po e ho visto che la frizione va in crisi. Se accellero rapidamente slitta di brutto, ho una 4 dischi surflex da 7 euro mi pare 🥰. Ho provato a dare un occhiata a cosa c'è in giro ma ci sono un sacco di frizioni e non so come orientarmi. C'è qualcuno che puo darmi un un consiglio su quale prendere per orientarmi in mezzo a tutti sti modelli che ci sono adesso? Grazie.
  5. Ciao, quel ragazzo sono io! Avevo fatto questo avviamento a strappo Pero la sua corda dopo poco si spaccava e sostituendola con un cavo d'acciaio trefolo mi si è spaccata la puleggia di plastica dove si avvolge per lo sforzo. Adesso sto cercando di adattargli un avviamento strappo della lambretta, questo era di una minimoto cinese. Nel frattempo 3 anni fa quella vespa l'ho dotata di cingolo
  6. Scusate se ancora non ho fatto il video ma devo studiare bene dove mettere il telefono. Cmq al posto di quello ho fatto un po di prove. Col polverizzatore AQ262 è migliorata dal minimo ad 1/4 di gas, però poi da 1/4 a metà è diventata magra, infatti si piantava nel prendere i giri e per sbloccarla dovevo tirare l'aria. Allora ho provato ad alzare le tacche dello spillo ma rimaneva sempre troppo magra in quel punto. Ho provato allora a montare il D24 all'ultima tacca in basso che ingrassa di piu rispetto al D22 e da 1/4 fino a 3/4 adesso va bene, però avendo la punta piu piccola (0,6 invece di 1,4) a 3/4 ratta di brutto e mi inchioda il motore a 5500 giri. Quindi le strade sono 2, o calo il massimo oppure provo uno spillo via di mezzo tra i due con punta da 1 mm tipo il D32.
  7. Avete ragione, stasera faccio il video. Per scoppietta intendo che mentre accelero dal minimo a prima di metà gas perde dei colpi, come fosse un problema di corrente, poi quando entra in coppia verso i 4000-4500 giri comincia a tirare senza esitazioni. Come accensione ho la vespatronic anticipo 24° a 3000 giri.
  8. Ahahahaha, grazie per la fiducia sulla completa padronanza, ma ti assicuro che di padronanza ne ho ben poca, forse un po a livello realizzativo, ma per il motore vado avanti a prove continue prima di arrivare a qualche risultato. Ancora sono molto lontano dal capire subito come ottenere quello che cerco e come risolvere i vari problemi che incontro. Secondo te la mancanza del guida flussi può determinare una progressione molto sporca fino a quasi meta gas? Altra cosa che ho notato subito è l'enorme rifiuto che ho, mai sputata indietro cosi tanta benzina neanche coi motori valvola che facevo con oltre 80° di ritardo, non so se le due cose sia correlate. Ciao.
  9. Non ci avevo pensato, vedo come.fissare il telefono al manubrio e lo faccio, ciao.
  10. Ciao a tutti. Ho finito il rodaggio del blocco e sto carburando. Cioè sto tentando di carburare 😅 Sopra va bene ma sotto non risponde alle regolazioni. Da 1/8 a circa 3/8 di gas se apro lentamente scoppietta e strappa, soprattuto in 4°, poi si pulisce e va bene. Se invece la manopola la ruoto piu rapidamente sale bene di giri senza incertezze a parte in 4°. Se parzializzo il gas scoppietta di brutto. Ho provato decine di setting cambiando sempre un componente alla volta, getti del minimo, spilli ghigliottine e polverizzatori. 0, in basso resta sempre sporca e non capisco se sia grassa o magra perche provando ad ingrassare o smagrire anche di parecchio resta sempre uguale. Ho pensato quindi dipendesse da qualcos'altro, oggi ho quindi sostituito le lamelle originali del pacco quattrini che sono da 0,42 con altre da 0,25 che mi sono fatto coi fogli di carbonio polini. In basso come rapidità nel salire di giri ha guadagnato poco, la coppia si è spostata circa 1000 giri più in basso ma la cosa strana è che ho guadagnato circa 800 giri in alto diminuendo lo spessore delle lamelle. Probabilmente quelle da 0,42 non riusciva ad aprirle tutte. Prima in terza arrivavo a 7700 giri, adesso sono arrivato a 8500 in un attimo senza insistere, sicuramente sale ancora ma dovevo frenare 😅 Vi lascio la configurazione del phbl 24 se qualcuno ha qualche idea: D22 seconda tacca AQ 264 Max 118 Min 50 Valvola gas 40 Vite aperta di un giro Ho gia provato a variare il minimo a 44, 48 54,60, non cambia niente Spilli provati anche D24 e D28, il migliore resta il D22 Valvola gas provata anche la 50 e non cambia niente. Tacche spillo le ho provate tutte, 0 risultati. Come dicevo prima a questo punto penso che il problema sia altrove. Ciao.
  11. Ciao, grazie per l'info. Sarà una delle tante cose delle quali dovro verificare l'affidabilità facendoci un po di strada. Se vedo che si cuoce rifarò lo spessore in alluminio.
  12. Ciao Mc, grazie per la risposta. Sono partito con una configurazione conservativa proprio perche essendo un esperimenti un po fuori dal comune mi interessava innanzitutto che funzionasse. Una volta settato le prossime modifiche riguarderanno lo spessore delle lamelle. Le originali quattrini sono da 0,42 ho intenzione di ridurre lo spessore e vedere se migliora nell'utilizzo da passeggio che ho in mente. Un altra cosa che vorrei provare è il guidaflussi. Al momento non l'ho montato, qualcuno sa se per il pacco quattrini ne esistono di gia pronti o me lo devo costruire? Grazie.
  13. Ciao a tutti, è passato quasi un anno dal mio ultimo post su questo motore ma non l'ho abbandonato, anzi. Scrivo poco ma in compenso trascorro molto tempo a giocare nella mia cantina e oggi sono riuscito ad accenderlo. In realtà era partito già 3 settimane fa come poi vi spiegherò. Vi mostro con ordine quello che ho fatto in questo anno. Dopo aver improntato il motore come da mio ultimo post mi sono fatto tagliare al laser la piastra da 5 mm che poi ho rettificato portandola a 4 mm al lapidello per avere una superficie planare. Successivamente ho aperto l'aspirazione ai carter quattrini facendo un bel foro sul carter lato frizione 😅 Poi mi sono dedicato alla raccordatuta del travaso frontescarico sul carter. Non potendo creare un condotto verticale per via del prigioniero che si trova sotto, ho dovuto raccordarlo facendo uno scivolo. Adottando questa soluzione per avere un passaggio decente ho dovuto eliminare la parte di camicia sul cilindro che si trova davanti. A questo punto sono passato al collettore di aspirazione da 24mm che mi sono costruito sulla falsariga di quello originare per mantenere il carburatore nella stessa posizione. Ho utilizzato un tubo 28x1,5 che ho tagliato e saldato come si fa per la costruzione degli scarichi. La mossa successiva è stato tornite le alette del cilindro e della testa per farli stare dentro alla cuffia di raffreddamento. Per avere squish e rapporto di compressione umani (1,5 mm e 11:1) ho dovuto mettere una piastra da 3 mm fra cilindro e testa. Già che c'ero l'ho fatta di rame utilizzandola come se fosse un'aletta aggiuntiva del cilindro e sulla quale ho ricavato la sede per l'O.R. In questo modo gli or sono 2: uno sulla testa e uno sulla piastra Adesso che il gruppo termico è completo come ingombri sono passato alla realizzazione della cuffia. Ero partito con quella fabbri per l'M200 ma mi sono trovato molto meglio con la cuffia originare del px 200, che ho dovuto adattare nella parte dove si collega al coprivolano e nella zona posteriore che sul px avendo lo scarico è aperta. Ho utilizzato la lamiera da 0,8 mm che uso per gli scarichi per modificare le zone che mi interessavano, l'ho poi fissata con rivetti. A questo punto sono passato allo scarico. Ho utilizzato una proma alla quale ho rifatto il collettore. Finito lo scarico ho montato il blocco sul telaio e per riuscire ad arrivare in maniera agevole alla candela ho spessorato l'attacco dell'ammortizzatore di 30 mm Come ultima cosa prima di accendere ho dovuto montare lo spessore da 5 mm sotto al coprivolano, altrimenti il volano strisciava. Già che c'ero l'ho fermato con qualche punto di saldatura. Bene, arrivato a questo punto, ovvero 3 settimane fa, sono riuscito ad accenderlo. È durato 5 secondi poi si è spento. Vado a riaccenderlo e rimane accelerato. Prima prova che faccio seza cominciare a cercare dove aspira aria è stata scollegare il cavo del gas dal carburatore per vedere che non fosse quello che mi bloccava la ghigliottina. Riaccendo stesso risultato, rimane accelerata. A questo punto comincio a cercare il punto dal quale aspira aria e appena tolgo la cuffia mi accorgo subito del problema. Con quattro scoppi mi ha piegato la piastra nel centro. 4 mm sono effettivamente troppo pochi per una piastra che incorpora i prigionieri e anche il braccio di leva che si crea tra i fori del carter per l'M200 che sono molto esterni e quelli del cilindro non ha aiutato. Quindi la soluzione è stata andare direttamente sul carter a tirare i prigionieri. Ho fatto riportare del materiale all'interno dell'imbocco e mi sono costruito una dima al tornio per fare i fori del cilindro centrati con l'imbocco del carter. Ho forato, filettato, rifatto la piastra da 4mm questa volta in alluminio e riassemblato il tutto. Oggi finalmente sono riuscito ad accendere. A cavalletto sembra tutto a posto, devo aspettare di riuscire a provarla su strada e vedere cosa si spacca prima 😂
  14. Ciao, avevo pensato a quella soluzione ma i prigionieri lato aspirazione cadono in parte dentro ai travasi del carter, per cui dovrei riportare materiale per poterlo fare ma vorrei evitare saldature e spianature varie. La piastra l'ho fatta in ferro oltre che per la rigidità anche perché i 4 prigionieri sono fermati con qualche punto al tig nella parte a contatto coi carter.
  15. Ciao a tutti, anche se non ho scritto più niente sto procedendo coi lavori. Dopo aver preso il cilindro ho comprato carter e albero per il 200. Ho misurato i carter e la distanza che avevo letto da qualche parte tra piano cilindro e centro dell'albero di 69mm è risultata essere di 77mm, quindi ho dovuto abbassare lo spessore della piastra a 4 mm. L'ho fatta tagliare al laser da una lamiera in Ferro per fare si che dato lo spessore basso fosse più robusta dell'alluminio ci ho montato poi sopra i 4 prigionieri. Il grosso problema a cui non avevo pensato è che partendo dalla lamiera la piastra non è in piano, una volta serrata tra carter e cilindro in alcuni punti passa la luce. La rifarò da 6 mm e poi la porterò a 4 mm rettificandola mediante lapidello. Oggi ho fatto un montaggio con l'albero per misurare le fasi e mi sono ritrovato le stesse che avevo calcolato e gennaio, compreso il pistone che esce sopra di 2mm. Prossimo passo sarà farmi uno spessore da 2mm da mettere sotto la testa e misurare squish e compressione per vedere cosa mi trovo con la sua testa.