Il_Barone

Il Meccanico Di Merda

Recommended Posts

10 minuti fa, Funkytarro dice:

@Dany86 mi fa piacere di non essere l'unico ad averla presa in quel posto negli anni...

 

ora sto avendo a che fare con un meccanico che tendenzialmente risolve il problema per cui gli porto la vespa ma ne crea un secondo per farmi ritornare...almeno questa e la mia sensazione...

dopo che l'ho visitato la mia special ha iniziato ad avere problemi di accensione a freddo e fatica a tenere il minimo, fino a che ieri proprio non voleva saperne di partire...dopo varie bestemmie e prove di partenza a spinta nel parcheggio di lavoro (con la sicurezza che se la rideva...) ho cambiato la candela e magicamente è partita al primo colpo...

Ho controllato il GAP dell'elettrodo sulla candela usata (800 km max) e scopro che era stato drasticamente ridotto...non ho la conoscenza per capire se è questa la causa dei mancati avvii ma da quando ho messo una candela nuova riparte al primo colpo...voi che dite? sarà quello? e se si...vado di molotov?

Mancati avvii si bagna, il gap è per forze volontarie

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oddio una candela si sta poco a cambiarla e potrebbe essere anche il nanodelmotore che aveva la giornata storta e ci ha cozzato con la testa :icon_mrgreen:

Se hai risolto con un cambio candela che è sempre meglio portarsi dietro vai sereno e se hai la sensazione di essere trattato male prova ad informarti su dove sarebbe meglio andare qualora non riuscissi a far da solo

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Dany86 dice:

Ora mi fermo... altrimenti faccio una pagina da solo....

 

PS: questi lavori sono tutti documentati da foto e non solo da parole, chi ha il mio contatto FB può vederne una parte negli album.

 

Sono veramente felice di non conoscere nessuno che riuscirebbe ad arrivare a tanto...

Nè professionisti nè "amatori"...

Ho visto cazzate sì ma non così GROSSE...

Questo è un criminale talmente pieno di sè stesso da non farsi neanche delle domande e da continuare nella sua strada...

Mi fa specie quando va a sabotare il motore per farglielo rifare...

Oppure bulinando la sede che spacca tutto...

Quando con l'et3 buca i carter poi... agghiacciande... peggio di Pellè e Zaza a tirare i rigori...

Dany mi hai lasciato senza parole... a Pavia conosco un paio di meccanici Piaggio di cui uno Piaggio Center o forse ex Piaggio Center originario delle mie parti ma non ho mai visto cose simili...

Edited by pulun

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao ragazzi! Riporto qui un' esperienza.

Vado a cambiarmi le gomme alla punto da un amico che ha un'officina e mi fa: "ros guarda ho un lavoretto da farti fare. Un amico mi ha chiamato sabato perché è rimasto amico piedi con la vespa, una et3."

Al che ho detto: "ok ci do un occhio".

Pensavo fosse una cazzata, magari una scaldata o la candela o magari la centralina.. insomma le cose che possono rompersi su un mezzo originale, tra l'altro appena revisionato.

Dunque provo a spedivellare e nulla non scende. Così decido di levare il cilindro.. e sorpresa.. Una bella detonata! Così stilo il motore e apro.

Qui viene il bello: ci trovo un albero credo un rms con le spalle, spinotto e biella viola. Accensione originale tutta anticipata, campana con i parastrappi andati, crocera inesistente.. ma la cosa che mi ha preoccupato di più è stata la pasta rossa per riparare la sede cuscinetto del cluster! La battuta del cuscinetto era rotta e per ripararla è stata usata della pasta rossa. Alcune viti di chiusura dei carter mancavano, in zona cambio i Carter erano crepati anche la sono stati riparati con la pasta. 

Mostro così al proprietario i danni e dopo qualche bestemmia mi dice che ha speso 600 euro da un noto meccanico del suo paese.. Mi chiede se sono in grado di fare in lavoro fatto bene in modo che possa usare la vespa.. Così faccio controllare i Carter prima di ripararli ma hanno molti problemi. Sedi di banco andate e in zona cluster è difficile riparare il danno, perché erano partite cricche su quasi tutto il carter. Così parlanoi col proprietario lo oriento sui carter sip.. albero piaggio riembiellato, rettifica al gt originale e testa polini vecchia, tutto originale solo montando un parastrappi e una crocera Mav.  Ormai sono 2 anni che corre e l'unico pensiero che ha è fare miscela, pagare l'assicurazione, bollo e collaudo. Per il resto zero noie! 

Mi ringrazia ogni volta che mi vede..

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, pulun dice:

Sono veramente felice di non conoscere nessuno che riuscirebbe ad arrivare a tanto...

Nè professionisti nè "amatori"...

Ho visto cazzate sì ma non così GROSSE...

Questo è un criminale talmente pieno di sè stesso da non farsi neanche delle domande e da continuare nella sua strada...

Mi fa specie quando va a sabotare il motore per farglielo rifare...

Oppure bulinando la sede che spacca tutto...

Quando con l'et3 buca i carter poi... agghiacciande... peggio di Pellè e Zaza a tirare i rigori...

Dany mi hai lasciato senza parole... a Pavia conosco un paio di meccanici Piaggio di cui uno Piaggio Center o forse ex Piaggio Center originario delle mie parti ma non ho mai visto cose simili...

 

Ex piaggio center ci sono solo Andrea e Giuseppe. Non parlavo di loro, che non lavorano male, mezzi loro non ho dovuto rifarne.

 

 

Un'altra sempre della stessa persona?

 

Fa "ruotare" i cilindri quando li deve rettificare.

Esempio: Se sei fortunato e porti un px all'ultima rettifica, può darsi che ti ridà il mezzo con un cilindro alla prima.

Se sei sfigato ed hai un cilindro alla prima misura, potresti tornare a casa con uno all'ultima... O peggio con un cilindro sprint veloce/gtr su un px.

 

Ma mica lo fa solo con i cilindri... mischia i carter....

 

TUTTE e ripeto TUTTE le vespe smallframe che avevano motori originali che venivano da lui avevano i carter non accoppiati. Me ne sono reso conto alla terza persona che mi ha detto di non aver mai aperto il motore della vespa prima di averla portata li...

L'assurdità?

Per anni ho racimolato carter small per poter sostituire le coppie non più gemelle dei suoi motori. Tenevo (più per dispiacere di buttarli che per utilità) i carter che smontavo da quelle vespe...

Uno dopo tanti anni l'ho riaccoppiato! A furia di mettere da parte, un giorno ne ho trovata una coppia con lo stesso numero ed i piani combacianti... chiedendo ai clienti ho scoperto che anni prima erano stati dal tizio nello stesso periodo... assurdo è poco...

Ragazzi vi assicuro che ho trovato cose oscene nel tempo...

 

Ok mi fermo sul serio...

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, McKenzie dice:

Oddio una candela si sta poco a cambiarla e potrebbe essere anche il nanodelmotore che aveva la giornata storta e ci ha cozzato con la testa :icon_mrgreen:

Se hai risolto con un cambio candela che è sempre meglio portarsi dietro vai sereno e se hai la sensazione di essere trattato male prova ad informarti su dove sarebbe meglio andare qualora non riuscissi a far da solo

oggi il mecca ha ammesso dopo mia domanda di aver avvicinato l'elettrodo perché secondo lui andava meglio...

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Funkytarro dice:

oggi il mecca ha ammesso dopo mia domanda di aver avvicinato l'elettrodo perché secondo lui andava meglio...

 

Non vi era dubbio che vi avesse messo mano... ma forse non in cattiva fede, almeno spero

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, McKenzie dice:

 

Non vi era dubbio che vi avesse messo mano... ma forse non in cattiva fede, almeno spero

non so sai...è lo stesso da cui l'ho portata per altro e mi ha detto che avevo la bobina da cambiare...mai avuto problemi ma una volta ritirata...20km e la bobina mi ha salutato..a pensar male si fa peccato ma.........

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Dany86 puoi scrivermi in privato chi è e dove lavora questo personaggio? Sai, le vie del signore sono infinite.....

 

Sono senza parole, mi batti in quanto a incompetenza trovata in un "professionista".

Poi la scusa "una volta che esce dall'officina non è più affar mio" è un pò come se un cardiologo, dopo averti fatto un intervento, ti dicesse "guarda che se ti viene un infarto quando sei a casa son cazzi tuoi". Standing ovation :spocht_2:

  • Mi Piace 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 18/1/2018 at 11:20, Dany86 dice:

Parto con solo alcune delle disavventure capitate, mettendo solamente il problema e modello.

Tutti questi lavori sono stati eseguiti dalla stessa persona che ripara vespe da 40 anni comodi (direi anche 50 considerando che ne ha più di 70 ed ha sempre e solo fatto questo lavoro, ma mi tengo nel buono).

 

 

Sprint Veloce 150: fuori dalla sua officina, dopo ben 2 km vespa morta. Richiamato, recuperata, una giornata di bestemmie, riparte. Esce dall'officina, 4km e di nuovo morta. Al richiamo del cliente la risposta è stata: quando escono dalla mia officina non è più affar mio. Incazzato, il cliente la furgona da me.

Risultato?

Accensione montata ad minchiam, cavi pelati con masse ovunque, condensatore ESPLOSO portandosi dietro una bobina femsa originale.

 

-------------

GT125: vespa restaurata da me sia di motore che di carrozzeria, a quel tempo non avevo la macchinetta per il bordoscudo. Il cliente decide di assemblarla totalmente e poi far montare il bordoscudo  in un secondo momento, consapevole che sarà un lavoro schifoso (uomo avvisato...).

Vespa provata e perfettamente funzionante.

 

Va dal tizio, la lascia e la ritira il giorno dopo.

290 euro per:

montaggio bordoscudo.

cambio cavi e guaine perchè rovinati (montati io nuovi 3 giorni prima).

messa a punto (girava come un orologio) e proposta di rifare il motore perchè "va proprio male".

cambio candela (nuova ovviamente).

 

Dopo esser venuto via da lui a suon di parole e rischiato una denuncia per minacce, torna da me con la vespa che stranamente faceva 60kmh e ballava...

 

La provo: una merda, cambio durissimo, non va e sembra una biscia.

 

Risultato?

Cavi e guaine del cambio sostituiti davvero, ha tolto quelli nuovi e ne ha messi 2 vecchi e rotti inondati di grasso.

Testa allentata (per dimostrare che aveva bisogno di rifare il motore) e olio ovunque su motore nuovo. Candela non sostituita ma allentata.

Ora, diciamo che la testa e la candela possono allentarsi (difficile con le ranelle che uso io sui dadi di testa ma vabene), ma mi chiedo PERCHE' HA TOLTO LA COPPIGLIA DAL DADO TAMBURO POSTERIORE!?!?!!? La vespa ballava perchè stava perdendo la ruota!!!! Inutile dire che tra la miriade di foto che faccio mentre lavoro, OVVIAMENTE ci sono le foto con la coppiglia montata, dei cavi nuovi e del resto. Tra l'altro questo lavoro l'ho fatto a casa del mio amico e dunque era con me....

--------------

 

PX millenium 125: motore bloccato di botta e "stranamente" non frena davanti (disco). 

Apro la frizione e non trovo l'ingranaggio del mixer...

Apro il motore e lo trovo... rotto in 9 parti.


Inoltre per montare il paraolio frizione ha fatto un disastro. Ha montato un paraolio in gomma quando ci andava un paraolio metallico e per farlo stare in sede ha ben pensato di bulinare tutto attorno al paraolio. Peccato che ha picchiato talmente forte che ha ROTTO il carter in vari punti tutto attorno al paraolio.
 

Risultato?

Ingranaggio mixer esploso perchè montato al contrario, si vedeva chiaramente dai segni lasciati dal pignone. Per chi non lo sapesse ha uno smusso su un lato, che va rivolto verso l'interno, per compensare la raggiatura del perno dell'albero e appoggiare correttamente sul cuscinetto evitando di forzare con uno spigolo vivo contro una raggiatura. Rompendosi, è finito tra gli ingranaggi del cambio, bloccando tutto. Fortunatamente era fermo ad un semaforo, ha tirato la frizione, messo la prima e crack... motore bloccato senza caduta e senza altri danni alla meccanica (tanto ci aveva pensato già lui)...

 

Carter mandati a MAV che me li ha risaldati e mi ha ricostruito, con innumerevoli bestemmie sul materiale terrificante dei carter, la sede paraolio.

 

Non frenava davanti... con le pastiglie sbagliate che frenano dove il disco ha gli attacchi e non sulla pista, sarà dura fermarsi... In sostanza erano "lunghe" e frenavano al centro del disco.

 

PS: In quest'occasione son finiti per vie legali.......

-------------

 

Et3: motore nuovo dopo 200km è inutilizzabile, marce che saltano e carburazione impossibile, a stento resta accesa.

Era un classico, 130 polini+proma+24

Smonto il volano e trovo olio in ogni dove... Ma ad attirare la mia curiosità era la pasta nera sotto al piatto statore, più precisamente nel foro filettato che c'è nella parte alta del carter, tra il paraolio e la sacca di travaso, che a suo tempo serviva per tenere gli statori a puntine e lasciati da piaggio anche sulle elettroniche...

 

Inutile dire che i paraoli erano i rolf neri, ma lato volano aveva una perdita abnorme per aver fatto solo 200km... Noto però stranamente che l'albero si muove in senso assiale di un paio di mm, impossibile visto che è bloccato dal cuscinetto lato frizione...

 

Marce durissime che non entrano e vengono sputate...

 

Risultato?

 

Cambio mischiato con quello di una primavera, prima e seconda et3, terza e quarta primavera. Crocera Et3 RMS. Prima del lavoro ovviamente non saltavano, ma visto che il motore era aperto, ha chiesto la sostituzione per star tranquillo per molti km... Già... Cambio sostituito in blocco perchè le battute degli ingranaggi erano andate a causa della crocera che andava dove voleva...

 

L'albero si muoveva perchè non c'era il seeger sotto al paraolio lato frizione ed il cuscinetto ha iniziato a muoversi, ovalizzando la sede... Inoltre toccava con la spalla il carter e lo ha limato internamente. Buttato perchè pieno di polvere di limatura nella gabbietta. Ovviamente perdeva lato volano perchè muovendosi l'albero, ha mangiato il paraolio con la pista interna del cuscinetto a rulli...

 

Ma tutti vi state chiedendo: e la pasta nera?

L'ho tenuta per ultima, diffidenti!

Vi ho detto che il motore era elaborato giusto? Per allargare i travasi (a trapano ovviamente) il "meccanico" ha scavato talmente tanto che OVVIAMENTE ha bucato nella fresatura del piatto statore (classico), ma ha anche scavato talmente tanto verso il basso che ha trovato la famosa filettatura di cui parlavo sopra! E per metterci una pezza? Già che c'era ha ben pensato che mettendo un grano all'interno del foro senza alcun tipo di bloccaggio (poteva benissimo continuare ad avvitarsi finendo contro l'albero) e facendoci sopra un bel tappo di pasta nera, con lo statore sopra a fare da flangia, avrebbe potuto sigillare entrambi i buchi... Ancora mi chiedo come abbia potuto fare 200km quel motore...

 

 

Ora mi fermo... altrimenti faccio una pagina da solo....

 

PS: questi lavori sono tutti documentati da foto e non solo da parole, chi ha il mio contatto FB può vederne una parte negli album.

io...mi si strige il cuore e proporrei di andare a gambizzare questo essere inutile. io anche dagli inizi mai fatto neanche il 0,1% di ciò che ha fatto questo maledetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Dany86 dice:

Giusto perchè sono carogna dentro e faccio venire i vermi a chi legge...

2015-01-14 19.25.43.jpg

Film già visto in zona Torino... lui: "l' ingranaggio è un po' consumato ma lo giri dall'altra parte..." io: "eh ma lo smusso va verso il cuscinetto" lui: "mahhh mettilo come vuoi che tanto è lo stesso"

xD

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri mi è arrivato un piics "appena restaurato" con le 5 rondelle grower della ruota tra il tamburo e il cerchio invece che tra cerchio e dado.

 

Pensa tutte le altre.....

 

Non ho fatto la foto ma mi ha fatto molto ridere.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri mi portano un piicscentocinquanta appena riverniciato e al quale è stato aperto il blocco per sostituzione della sola crociera.

 

Il fenomeno che ha fatto il motore (che ha chiesto 200€ al malcapitato) oltre ad aver montato lo statore su A (tacca del 200) si è completamente dimenticato due prigionieri del carter.

Uno, visibile in foto, era proprio assente. 

 

L'altro, molto più grave, è stato inserito ma non lo ha bloccato con rondelle e dado dall'altro lato.

Questo prigioniero è quello lungo sotto al cilindro che piano piano si stava sfilando e solo grazie al braccetto frizione non si è andato ad incastrare sul tamburo.

Pensate cosa poteva accadere con la Vespa in movimento.......

 

Purtroppo ho solo la foto del prigioniero completamente assente

 

 

QWEO6954.JPG

  • Confused 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In una "cassetta" di ricambi vintage originali piaggio "gentilmente donata" da un amico ... c'era questo albero motore...

 

20190301_153906.thumb.jpg.e2f940200b437d18522ce615a6a41276.jpg 

 

20190301_153816.thumb.jpg.a013c14312a96ffb9c5da478372312d5.jpg

 

non avevo mai visto niente di simile...

 

Quando ho tolto la boccola del cuscinetto lato volano e ho visto le mannaiate di scalpello o disco da taglio ho pensato fosse uno "scherzo" che avevano voluto fare al proprietario del motore...

 

Bah...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nulla di così eclatante, ma qualche disavventura mi è capitata.

Una in particolare: rifaccio un motore ad una Special. Un semplice DR130 con 27/69 e SHBC 19. Già che c'ero, metto su un'ottima crociera Piaggio che avevo in casa. Nessuna raccordatura, niente di particolare. I carter sono perfetti, non c'è bisogno di alcuna soluzione "chimica" per evitare trasudamenti, statore non nuovo ma con i cavi più che buoni. Metto giusto un po' di ermetico vittoria sulla guarnizione tra i due semicarter solo perché mi piace il suo odore. Ma il motore era paragonabile al nuovo, mai visto dei carter così messi bene.

 

Ridò la Vespa al mio amico che però dopo un po' la vende. Era in rodaggio, quindi carburazione un po' grassa e in alto non andava molto bene. Gli dissi di farci un paio di km e poi di riportarla che sistemavamo il tutto. L'ha venduta prima di farlo.

 

Ha avvisato il nuovo acquirente del "problema" ma lui era tranquillo "ho chi me la sistema".

 

Dopo qualche giorno l'acquirente chiama il mio amico "in effetti va un po' male, in allungo gratta, la porto dal meccanico, cosa deve farci?". Il mio amico: "boh, portamela che te la faccio mettere a posto gratis". Lui "no no, mi fido di questo meccanico, dico che faccia lui".

 

Dopo qualche giorno, il mio amico riceve un messaggio vocale di 5 minuti dall'acquirente. In questo messaggio diceva che: dopo aver ritirato la Vespa dal sui meccanico, è andata bene per un po' e il sabato, finché era in giro, si è spenta e non è più ripartita. Siccome era tutto chiuso, l'ha portata a casa e insieme ad un suo amico smanettone hanno provato a cercare il problema.

Aprendo hanno trovato: statore macinato, fili spellati, olio sotto il volano. Allora hanno aperto. Cilindro grippato (era nuovo di scatola ...) e pieno di olio ovunque (testa tirata con la dinamometrica). Crociera sbeccata, guarnizioni rotte, ma soprattutto PASTA ROSSA OVUNQUE. 

 

Non ho idea di come sia finita la storia. L'acquirente non si è più fatto vivo. Di sicuro quello che avevano aperto loro non era il mio motore. Sono dell'idea che il "meccanico di fiducia" si sia accorto di avere in mano un motore nuovo e che l'abbia sostituito con uno che aveva in casa. Non mi spiego altrimenti la cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questa storia è veramente assurda c'è poco da aggiungere 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I numeri dei carter non te li eri segnati vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now