Sign in to follow this  
Jimmi

li prima serie

Recommended Posts

dopo anni a rimandare finalmente a gennaio metto in strada una li 125 prima serie prima produzione, la cosiddetta "filtrona"

 

configurazione:

cilindro rb236, 72x58 lamellare al cilindro con collettore seven, cilindro solo sbavato e pulito, pistone forgiato

testa stratos fusa a candela laterale 

albero stratos turismo corsa 58 biella 107

phsb 35

statore bgm 120 watt con volano indiano

espansione vnr per rb

frizione "economica" af rayspeed, non quella marchiata surflex da 400 sterline, l'altra

rapporti mi sembra 16/47, il motore è chiuso da parecchio

cambio originale li 125 prima serie.

carter li 125 prima serie convertiti 200

 

chiuso per fare qualche km di rodaggio usavo mi pare l'espansione spagnola per rb, molto coppiosa ma non mi permetteva di montare pedana dx e il silenziatore toccava sulla pedivella di avviamento e sulla maniglia del cofano dx.

venduta quella espansione ho montato la vnr, paragonata ad una jolly e a quella montata precedentemente sembra avere una lunghezza intermedia, però non ho mai tirato seriamente (essenzialmente perché sprovvisto di documenti) dal cambio di scarico.

 

problema riscontrati: 

rapportatura troppo corta

statore bgm, qualcosa si è svitato e ha toccato il volano con le conseguenze che potete immaginare.

pericolosa da usare senza ammortizzatori anteriori e con le s83

con questo albero vibra da far schifo, si svitano i dadi, letteralmente

cilindro e pistone segnati, penso di aver capito il motivo ma devo cercare conferma

 

modifiche future:

cambio 150 li terza serie 

albero a spalle piene corsa 58 biella 110

modifica espansione vnr, fa troppo casino

cerchi tubeless e gomme serie

ammortizzatori anteriori + freno a disco

manubrio seconda serie con gas rapido interno e pompa idraulica

fari aggiuntivi lucas

parafango spagnolo ruota anteriore

 

20171202_100408.thumb.jpg.24b87adcb002af7ca685e27ae020af95.jpg

20171202_100442.thumb.jpg.150bf97e365e53b21bf19cca3db0e9ec.jpg

20171202_100452.thumb.jpg.59217714e85606db5ec874c871ecb588.jpg

20171202_100521.thumb.jpg.831f3589b8140e9382b5ee8797dfea26.jpg

20171202_100525.thumb.jpg.631ef9bc882a9bed2632be444f820f32.jpg

20171202_100742.thumb.jpg.23392dd5a031c4bb99ff5bb9b2f1d841.jpg

20171209_132855.thumb.jpg.b99eebd63d5ae6bff0b6658aff32d71d.jpg

20171209_132954.thumb.jpg.5266d4f86561fdbdc746d0729d727d39.jpg

20171220_164541.thumb.jpg.8843f1e97f2eede5925015bc7d22f8d5.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

monterò anche il contakm/contagiri sip con sensore magnetico, il cavo mi sta dando problemi 

 

22 cv bancato anni fa in rodaggio dopo averlo fatto girare 6/7 pieni, espansione lunga e quasi trenta punti in più di getto del massimo

purtroppo non posso dire molto sull'utilizzo reale, si mangia le marce ma ho uno dei cambi più corti prodotti dalla innocenti e il leveraggio delle prima e seconda serie è il più corto, risultato per metterla in moto sono bestemmie ogni volta e dolori ai piedi, non sono gracile e riesco a stare in piedi sulla pedalina, per farla scendere devo anche dare una discreta spinta ma l'albero gira poco e credo non riesca a fare sufficiente depressione, mi spiego così i segni su pistone e cilindro, secondo me gira a secco 

ho reuperato una pedalina allungata, dovrebbe migliorare qualcosa 

usata solo per fare rodaggio su stradine intorno a casa usando la puleggia del manubrio originale... quasi 180° per aprire il 35

sotto coppia ha una bella erogazione, prima dell'ingresso c'è un po' di buco poi inizia a spingere in maniera intensa, molto on-off,  vespisticamente parlando mi ricordava il malossi lamellare al cilindro girato con albero et3 che avevo sulla special, un bel calcio in culo 

allungo inesistente causa carburazione

 

vedremo come andrà messa a punto con albero e cambio nuovi 

Share this post


Link to post
Share on other sites

collaudo fatto

ovviamente arrivo in motorizzazione, scarico il mezzo dal furgone, provo ad accendere per vedere che sia tutto ok e va.

arriva il mio turno e non si accende

spingila per il piazzale e niente

bestemmie

caricala sul furgone e va a cercare un meccanico in zona, trovo un gommista che mi da il pulitore freni, spruzza nel carburatore, spingi e riparte fumando come un diesel che tira olio

torna in motorizzazione al volo e finisci il collaudo

 

appena arrivano albero motore e strumento sip si inizia

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, GreenHornet dice:

Seguo volentieri. Questo terreno per me è completamente inesplorato.

Penso solo che sostituire l'albero sia un po' più complesso rispetto ad una vespa, vero?

 

Beh, io sulla mia lambretta ho cambiato albero motore e cuscinetti relativi senza tirare giù il blocco dalla lambretta... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

carter convertiti da mito lambretta (sono a meno di un km da casa)

sì avevo pensato alla corsa 60 ma si alzano troppo le fasi.

 

alla fine ho deciso di usare la biella da 116, faccio tagliare una basetta e alzo di 9mm il cilindro senza cambiare pistone

guadagno volume e spero di ridurre le vibrazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 ore fa, Jimmi dice:

carter convertiti da mito lambretta (sono a meno di un km da casa)

sì avevo pensato alla corsa 60 ma si alzano troppo le fasi.

 

alla fine ho deciso di usare la biella da 116, faccio tagliare una basetta e alzo di 9mm il cilindro senza cambiare pistone

guadagno volume e spero di ridurre le vibrazioni

 

Gimmi per curiosità che prigionieri userai ? E il copri cilindro Va su con 9 mm in più di altezza ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this