Stefano rossi

Primo avviamento dopo ricostruzione valvola, fallito

Recommended Posts

Posted (edited)

salve!

spero di trovare suggerimenti...in parole povere, non parte.

 Situazione e sintomi:

- valvola ricostruita con epoxy,  test di svuotamento olio circa 10 minuti a 25 gradi ambiente, apre a 110 chiude a 68. Scintilla presente e piena.

- cilindro malossi 210 testa originale, albero anticipato corsa 60, carburatore 30mm koso

- dopo lunghi tentativi di avviare, smonto collettore aspirazione: il carter e' intasato di benzina. Ripulito tutto e riprovo ma proprio non dà segni di vita..nemmeno mezzo colpo di tosse.

 

Ho notato anche che se pedivello senza candela, dal foro non esce miscela vaporizzata come ricordo (forse male) dalla tradizione, ma solo aria. Magari è sto caldo boh, xche la candela dopo un pò di tentativi è cmq bagnata.

 

per ora e' tutta la diagnostica che ho fatto. notavo che dalla valvola, girando, c'e' un punto in cui anziche' aspirare, soffia fuori. inoltre, la compressione (alla pedivella) non e' cosi' marcata come la ricordavo. Statore su IT, ma provato anche posizioni intermedie.

 

 

spero in qualche intervento illuminante ☺️ non vorrei aver ricostruito la valvola cappellando misure, anticipi ritardi etc..l'assenza totale di vita del motore è piuttosto demoralizzante

saluti!

stefano

Edited by Stefano rossi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuro che la parte elettronica funzioni tutto a dovere? 

 

Comunque da esperienze vissute, se la valvola la hai fatta con stucco, regge ma non avrà mai una tenuta perfetta......ma la vespa dovrebbe partire, o almeno la mia dopo circa 15 spedivellate partiva.

 

Il top sarebbe trovare una bella discesa, poi:

-chiudere la benzina

-togliere la candela e spedivellare finché non finisce tutta la benzina che sta dentro il motore

-prima di rimontare la candela, spruzzare un po’ di svitol dal foro della testa

-rimontare la candela

buttarsi giù per la discesa(se no spedivellare)

 

 

Tutto questo come detto se la parte elettronica va tutta bene(pickup, bobina, cavo candela,  pipetta) e se il carburatore è ben pulito(soprattutto il filtrino e soffiato tutti i getti e i vari passaggi).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provare a forzare l'avviamento a spinta potrebbe essere un'idea, di certo non la soluzione.

 

Facile che la valvola dia problemi a sto punto... 

Forse ti conviene cominciare a valutare un pacco lamellare avvitato con pompa benzina se il carburatore sta in posizione strana, poi elimini la valvola e risolvi anche con la poca fase che hai.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Mr. Biberon dice:

prima di rimontare la candela, spruzzare un po’ di svitol dal foro della testa

questa mi manca... :rofl:

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, pulun dice:

questa mi manca... :rofl:

Il top sarebbe le bombolette “starter” apposite.....ma anche lo svitol funziona e tutti lo hanno in garage 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites

Temo che le terapie palliative non abbiano molto senso..sto cercando di capire perché, tecnicamente, non dà segno di vita. Ho ricontrollato e riprovato e queste le "novità":

- Spedivellando, l'effetto è quello di cercare di far partire con la candela scollegata per capirci.

- dopo ripetuti tentativi, candela leggermente umida e girando senza candela, quasi nessuna nebulizzazione attraverso il foro.

- smontato il collettore e girando il motore, dalla valvola escono spruzzi di benzina tanto da colare lungo il carter.

- ricontrollato la valvola e misurato attentamente: apre a 108 e chiude a 78/80.

 

La butto là: sembra che la miscela venga aspirata nel carter, ma poi resti lì. Quindi la chiusura così ritardata sputazza indietro scaricando la pressione attraverso la valvola anziché attraverso i travasi nella camera. Quel poco residuo di pressione rimasta non trasporta abbastanza miscela da attivare una accensione..scrivo scemenze? La valvola che chiude a 80° è qualcosa che si è mai sentito?

 

Un grazie a quelli che hanno risposto finora! ☺

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non hai problemi con gli 80° di ritardo... non sono usuali, ma un motore come il tuo può digerirli... sarebbe da capire se appunto forzando il motore a girare si avvia o meno.

 

I problemi più che altro credo siano di tenuta della valvola stessa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prova ad accenderla con un trapano. Se la candela è nuova prova a cambiarla a me è capitato che una candela nuova non andasse

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Stefano rossi dice:

Temo che le terapie palliative non abbiano molto senso..sto cercando di capire perché, tecnicamente, non dà segno di vita. Ho ricontrollato e riprovato e queste le "novità":

- Spedivellando, l'effetto è quello di cercare di far partire con la candela scollegata per capirci.

- dopo ripetuti tentativi, candela leggermente umida e girando senza candela, quasi nessuna nebulizzazione attraverso il foro.

- smontato il collettore e girando il motore, dalla valvola escono spruzzi di benzina tanto da colare lungo il carter.

- ricontrollato la valvola e misurato attentamente: apre a 108 e chiude a 78/80.

 

La butto là: sembra che la miscela venga aspirata nel carter, ma poi resti lì. Quindi la chiusura così ritardata sputazza indietro scaricando la pressione attraverso la valvola anziché attraverso i travasi nella camera. Quel poco residuo di pressione rimasta non trasporta abbastanza miscela da attivare una accensione..scrivo scemenze? La valvola che chiude a 80° è qualcosa che si è mai sentito?

 

Un grazie a quelli che hanno risposto finora! ☺

 

Se scintilla la fa, spruzza svitol dentro il foro candela e poi metti la candela e spedala

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 hours ago, Barry-60 said:

Prova ad accenderla con un trapano. Se la candela è nuova prova a cambiarla a me è capitato che una candela nuova non andasse

"non andasse" in che senso? la scintilla c'e' e sembra bella piena..

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 hours ago, McKenzie said:

Non hai problemi con gli 80° di ritardo... non sono usuali, ma un motore come il tuo può digerirli... sarebbe da capire se appunto forzando il motore a girare si avvia o meno.

 

I problemi più che altro credo siano di tenuta della valvola stessa...

 

..ma la prova di tenuta con l'olio, non e' affidabile? ho fatto il test due volte ed entrambe ci ha messo piu' di dieci minuti a trafilare tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sto iniziando a smontare ☠️

0,06/0,07 tra cilindro e pistone (senza fasce). e' rilevante?

inoltre: l'unico ricambio nuovo e' l'albero (teoricamente "mec eur GB689SC, cerchio pieno 60mm", sulla scatola)..ma mi sono appena accorto che chissa' che mi hanno venduto: la corsa effettiva e' 57 quindi potrebbero avermi mandato chissa' che e io non me ne sono accorto.

gli alberi per px200 sono tutti + o - funzionali o c'e' la possibilita' che un albero diverso comprometta tutto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, ma se hai spessori per un corsa 60 e monti un corsa 57 hai voglia che ha 1km di squish e neanche compressione.

 

La tolleranza dovrebbe andare bene

Gli alberi 200 hanno la spalla larga che va con la valvola del 200 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Stefano rossi dice:

sto iniziando a smontare ☠️

0,06/0,07 tra cilindro e pistone (senza fasce). e' rilevante?

inoltre: l'unico ricambio nuovo e' l'albero (teoricamente "mec eur GB689SC, cerchio pieno 60mm", sulla scatola)..ma mi sono appena accorto che chissa' che mi hanno venduto: la corsa effettiva e' 57 quindi potrebbero avermi mandato chissa' che e io non me ne sono accorto.

gli alberi per px200 sono tutti + o - funzionali o c'e' la possibilita' che un albero diverso comprometta tutto?

Hai provato con lo svitol ad accenderlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 hours ago, Mr. Biberon said:

Hai provato con lo svitol ad accenderlo?

Ciao!

No, sinceramente nemmeno provato. Parto dal principio che se ho un motore un pò vecchio e masticatoe magari ci sono 5 gradi fuori, allora gli avviatori hanno un senso.

Un motore appena revisionato dove a parte albero e valvola non ho cambiato nulla salvo parti soggette a usura, deve partire così come sta. Punto. Se non succede, serve capire le cause e casomai riaprire tutto. Che è quello che sto facendo. A motore aperto ho ricontrollato le specifiche malossi x la valvola, e la mia chiude circa 10mm oltre le specifiche, e in più, in solo quel punto mi passa lo spessimetro da 0,25.

Problemi di un lavoro con epoxy che ho fatto con meno cura del necessario..mea culpa. Per non saper né leggere né scrivere, questo da solo è qualcosa per cui va rifatto il lavoro.

 

Grazie x gli interventi, mi aiutano a far lavorare il cervello😁

 

Aggiornerò qui con i risultati.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente il problema sta nella tenuta della valvola... Non nella fase, che come si diceva il motore può funzionare benissimo 

 

Anche il fondo bicomponente da carrozzeria ti può aiutare a fare spessore... Provo a vedere se resiste alla benzina e poi sistemi bene bene la valvola magari barenando con precisione

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Stefano rossi dice:

Aggiornerò qui con i risultati

Mio parere personale... 75/80 gradi di ritardo con un 210 non sono una fase proibitiva, meglio ancora con un collettore e un carburatore phbh...

2 decimi e mezzo di tolleranza valvola/albero invece mi sa che sono un po' troppi... Quando il pistone scende dal pms dopo lo scoppio per la fase di travaso la valvola non tiene chiuso il carter pompa e genera il cosiddetto "rifiuto"... Io ho il blocco 150 originale con 1 decimo e mezzo e ti dico che non parte mai alla prima pedalata e con un SI 20/20 e un filtro a rete un po' larga avevo un bel rifiuto in vaschetta...

Buon lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, pulun dice:

Mio parere personale... 75/80 gradi di ritardo con un 210 non sono una fase proibitiva, meglio ancora con un collettore e un carburatore phbh...

2 decimi e mezzo di tolleranza valvola/albero invece mi sa che sono un po' troppi... Quando il pistone scende dal pms dopo lo scoppio per la fase di travaso la valvola non tiene chiuso il carter pompa e genera il cosiddetto "rifiuto"... Io ho il blocco 150 originale con 1 decimo e mezzo e ti dico che non parte mai alla prima pedalata e con un SI 20/20 e un filtro a rete un po' larga avevo un bel rifiuto in vaschetta...

Buon lavoro.

P.s. Non sono un amante dello stucco... O la valvola si salda e poi si barena di nuovo oppure fai un bel lamellare avvitato tipo Malossi e simili e sei a posto.

Non amo nemmeno iamellari piatti a membrana o DRT...

Ri-buon lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

aggiornamento:

- valvola ricostruita da zero su specifiche malossi. tolleranza 0,03 - 0,04, prova tenuta 43 minuti

- albero 57. fregatura, avevo ordinato un 60. passato troppo tempo, non protesto e me lo tengo ma ovviamente niente spessori. alla pedivella sembra ben compresso.

- chiuso tutto ed e' partita al secondo colpo.

 

da qui, lo scopriremo solo vivendo (se la valvola in Loctite EA3479 regge).

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Stefano rossi dice:

specifiche malossi.

E con tali specifiche che fasatura di aspirazione avresti ottenuto? E che area (cordale) avrebbe la valvola? Come fai a misurare 3-4 centesimi? Te lo chiedo perché il mio volgare spessimetro parte da 5... :meaculpa:

L'albero 57 va bene uguale se non sei alla ricerca disperata dell'ultimo CV... ma che misura di squish hai ottenuto?

Scusa l'interrogatorio ma sono curioso... :icon_mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, pulun said:

E con tali specifiche che fasatura di aspirazione avresti ottenuto?....[snip]..

Malossi indica le modifiche alla valvola quotando in millimetri dalla base cilindro. Il PDF è facilmente reperibile in rete e io mi sono attenuto al decimo.

Anticipo su IT

Conto di misurare in gradi alla sostituzione del carburatore x revisione, dove farò anche una verifica con la strobo.

 

Il mio spessimetro parte da 0,02.

 

Lo squish non lo ho misurato ancora. Lo farò con lo stagno, per curiosità, appena finisco il resto (impianto elettrico da risistemare pance da verniciare etc.)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando apri la risposta trovi Clicca per scegliere file.

Un consiglio, ridimensiona sempre il file. Meglio piccolo, sia per salvaguardare il forum che per te nel caricarlo.

Screenshot_20190730_062425.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la mia esperienza il problema al 90% è elettrico.

Per quanto la valvola non sia a posto, per quanto puoi essere fuori con le fasi, un colpo ogni tanto deve darlo. Brutto, tossito, sfasato, debole, ma UN colpo di accensione deve darlo.

Quando la candela si bagna e ti sputa benzina dalla valvola significa che il motore è "pieno".

A quel punto chiudi la benzina, togli la candela, infili la pistola del compressore al suo posto e pedalando soffi come se non ci fosse un domani. Ci metti 10, 20 minuti, asciughi tutto il motore BENE, prendi del pulitore per freni (chiamato dagli amici anche: Coraggio liquido), dai una spruzzata in testa, monti la candela e pedali, un colpo DEVE darlo. Se non c'è, cerca il problema nell'accensione per prima cosa.

Facendo così hai solo del liquido infiammabile vicino alla candela, escludi valvola, paraoli, tenute di banco ecc, è solo pistone VS scintilla. Ed a meno che il pistone non sia bucato, anche con poca compressione, un colpo deve darlo se c'è scintilla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now