The Hand of The Monkey

Members
  • Content Count

    103
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

The Hand of The Monkey last won the day on December 13 2018

The Hand of The Monkey had the most liked content!

Community Reputation

10 Neutral

About The Hand of The Monkey

  • Rank
    Advanced Member

Personal Information

  • Birthday
    01/17/1978
  • Place
    Parma

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. The Hand of The Monkey

    BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

    Dunque, ho sostituito il regolatore di tensione mettendo un GGB+C. Il risultato è stato che da B+ uscivano poco più di 3 volt e nulla da C. Mi sembra un dejavù.. dovrei rivedermi tutta la discussione che avevamo fatto con l'ET3..
  2. The Hand of The Monkey

    BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

    Nel senso che è un "must" ? 😃 Beh, fa 3 scatti. Se non ce n'è un altro che fa 3 scatti ed è differente, credo sia quello. 🤣
  3. The Hand of The Monkey

    BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

    Mooooolto interessante, ma al momento, benchè la quantità di luce sia al minimo sindacale anche a 12volt (colpa della parabola?), credo che una modifica così radicale ancora non sia matura per me. Purtroppo son fatto così... inizio con un 130 polini e finisco con un M1d60 con frizione, campana e albero... ci devo arrivare per gradi 😂 Il cosiddetto "blocco a 3 scatti" è quello che comunque è già montato sulla mia Special 125? Oggi pomeriggio, se il garage non è troppo freddo, provo a cambiare il regolatore di tensione mettendo un GGB+C (al posto del semplice GG presente ora) e vedo con il tester cosa ne esce...
  4. The Hand of The Monkey

    BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

    Mi sa che non ho capito.. puoi mettere un'immagine o un link dell'impianto che citi?
  5. The Hand of The Monkey

    BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

    Qui si nota bene come il giallo grosso esca dall'avvogimento immediatamente adiacente a quello fasciato, con un bianco che solitamente và a massa sul corpo metallico che fa da supporto all'intero statore.. il giallo piccolo esce invece da quella in alto. E' uno schema familiare, devo controllare tra i miei vecchi statori perchè smontare mezza lambretta solo per verificare da dove escono i fili magari non serve se ne ho in mano una..
  6. The Hand of The Monkey

    BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

    Beh se sta per "corrente continua" non vedo nessun problema. Non so però se sia possibile che una corrente continua esca tal quale direttamente dagli statori senza essere convertita e raddrizzata da qualcosa prima di arrivare al servizio che deve alimentare. Qui torniamo alla mia ignoranza in materia. Però è anche vero che ad esempio lo statore che ho montato sulla vespa ha i famosi due fili giallo e rosso in cui il rosso và direttamente alla batteria senza passare dal regolatore, dove invece si innseta il giallo.. può quindi quel rosso essere in continua?
  7. The Hand of The Monkey

    Scootopia Lambretta SH2/22

    Esatto McK, se tutto dovesse essere risolto, forse il problema potrebbe risiedere proprio nella scarsa qualità del materiale plastico corollario al carburatore che, in effetti, come replica è fedelissima. Ho informato Scootopia e se vorranno attendo una risposta.
  8. The Hand of The Monkey

    BGM PRO stator HP V4.0 DC- Lambretta electronic ignition

    Grazie McK, appena ho novità ti faccio sapere, tanto ho regolatori da buttare di quel tipo 🙄
  9. The Hand of The Monkey

    Scootopia Lambretta SH2/22

    RIASSUNTO: la lambretta con SH2/22 scootopia replica dell'Orto tende a spegnersi dopo aver percorso un breve tragitto a velocità medio/alta; il problema finalmente identificato è lo svuotamento della vaschetta, verificato montando un vecchio SH2/22 randagio originale dell'Orto. AGGIORNAMENTO: finalmente ho trovato il tempo di dedicarmi alla lambretta, perchè quando tutto sommato funziona bene (col vecchio SH2/22 in prestito) non ti viene molta voglia di mettere mano e comunque avevo da risolvere il problema all'ET3. Dunque, il galleggiante e lo spillo sullo scootopia, messi affianco al galleggiante e allo spillo nuovi inviatimi per la sostituzione e al galleggiante e spillo presenti sul vecchio dell'Orto, ispirano le seguenti considerazioni: nessuna differenza/anomalia visibile nel materiale scootopia; il galleggiante dell'Orto è bianco e riporta varie scritte compreso il peso di 5 gr, lo scootopia è nero senza nessuna scritta; lo spillo dell'Orto ha la punta più grossa/meno acuta; in sede, sia sullo scootopia che sul vecchio dell'Orto, il galleggiante bianco ha una escursione (su e giù) decisamente minore e più precisa, mentre lo scootopia balla leggermente anche in senso laterale; il filtro della benzina scootopia è di qualità decisamente minore e non copre adeguatamente tutta la circonferenza della pipetta di immissione della benzina. Stante quanto sopra, mi sono cercato un galleggiante, uno spillo e un filtro originali dell'Orto e, dopo aver verificato per bene la pervietà del passaggio della benzina dall'incavo del filtro fino alla vaschetta sottostante, apparentemente non ostruito, ho montato nuovamento lo scootopia. Nonostante le rigide temperature di questi giorni, ho percorso qualche km di prova installazione senza più avere il problema. Se si ripresenterà vi aggiornerò.
  10. Ciao a tutti! Reduce dalla forse lieta risoluzione della conversione del mio impianto elettrico ET3 in uno a 12 volt con batteria, mi trovo punto e a capo volendo mettere l'accessorio SIP contakm e contagiri anche sulla lambretta. Il mio punto di partenza è lo statore BGM che vedete sopra, attualmente abbinato ad un normalissimo regolatore del tipo "GGmassa". A memoria ricordo il filo giallo grosso entrare in una delle G, probabilmente la prima, il nero è ovviamente massa mentre il giallo sottile devo verificare, ma probabilmente sarà analogo al verde vespa. Ora la domanda è: se ci metto il regolatore GGB+C, qualcuno sa se è in grado di caricare la batteria? Grazie!
  11. The Hand of The Monkey

    Batteria su ET3 già convertito a 12 volt

    Sai cosa? Mi resta il dubbio sullo schema finale con statore a 3 fili e regolatore GG.. mi spiego meglio: al 99% l'ultimo inconveniente era legato alla precedente affumicata, ma non posso avere la certezza che la successiva ed ultima configurazione fosse perfetta, avendola usata poco e ora stravolta. Quindi mi sento un po' responsabile di quanto scritto e schematizzato in questa discussione se solo esiste un 1% di dubbio.
  12. The Hand of The Monkey

    Batteria su ET3 già convertito a 12 volt

    Eccomi qua, ormai è un diario. Avendo ora a che fare con un piatto statori con due fili in più in uscita, ovvero verde/nero/azzurro/giallo/rosso anzichè i soli verde/nero/azzurro, seguendo lo schema che mi ha consigliato Mck, ho dovuto riesumare il primissimo regolatore di tensione (vecchio ma sicuramente migliore di quelli RMS) del tipo A-A-G-B+-massa che mio fratello aveva usato per la sola regolazione di tensione per i fanali. Il risultato è quello che ho disegnato sotto, su schema T5. Al momento non ho potuto fare un collaudo approfondito perchè sto aspettando gli strumenti per verificare l'anticipo di accensione, ma la vespa si è avviata regolarmente, le luci funzionano e non sono saltate (quindi la tensione è regolata) e soprattutto il piccolo display della porta USB, che funge da voltmetro, mi segna 12,4 volt a motore spento e 13,8 volt (circa, mi pare, forse anche 14, soprattutto stabili) a motore acceso, che mi sembrano valori che evidenziano che il regolatore sta caricando la batteria correttamente. Modifiche: avendo messo il regolatore nel pozzetto del carburatore, ho dovuto rivedere tutto il giro dei fili, stravolgendo i normali percorsi dettati dai buchi del telaio, che ovviamente non si toccano; siccome la blackbox del SIP è nel cassettino, ho dovuto tirare un filo supplementare dal secondo pin A del regolatore (quello che alimenta i fanali) da far arrivare nel cassettino e congiungere col marrone della blackbox che intercetta il segnale per il contagiri motore; un occhiello del regolatore è fermato al telaio, mentre il secondo occhiello è collegato all'asta del rubinetto del serbatoio con la dublice funzione di sorreggerlo e di fare una ulteriore massa al telaio. Next step: siccome sono paranoico, voglio trovare un termometro simile a quello del contakm SIP, da applicare temporaneamente per monitorare la temperatura del regolatore in fase di collaudo, perchè fumo dalla vespa non voglio vederne mai più, meglio saperlo prima e fermarsi! Fatemi sapere cosa ne pensate 🙂
  13. The Hand of The Monkey

    Batteria su ET3 già convertito a 12 volt

    Ho trovato questa immagine con regolatore AAGBmassa ma è del T5 e manca il verde.. Comunque sia pare sia il primo A ad andare ai servizi mentre il secondo A riceve dal grigio degli statori.. Ho trovato questa immagine perchè ricercando su google un'immagine più nitida dell'impianto della HP ho scoperto che in realtà ha il regolatore GGBCmassa con il solo filo BLU come il piatto stori che ho fuso.. Vabbè, comunque sia proverò così: - verde con verde; - giallo in G; - rosso al polo positivo della batteria e alla chiave; - azzurro (o grigio?) ad una A, mentre la seconda porta ai servizi; - ritorno dalla chiave in B+. Domanda: il ritorno chiave, prima di arrivare in B+, passa per un interruttore termico (10).. perchè? Serve solo per l'intermittenza frecce o c'entra qualcosa con la batteria? Domanda2: il teleruttore (15) che riceve il rosso prima che vada alla batteria, serve solo per l'avviamento elettrico? Domanda3: il rosso si sdoppia e và sia alla chiave che alla batteria, con fusibile in direzione batteria, ok?
  14. The Hand of The Monkey

    Batteria su ET3 già convertito a 12 volt

    Dovrebbe essere un ricambio Piaggio anni 90...
  15. The Hand of The Monkey

    Batteria su ET3 già convertito a 12 volt

    Piccolo aggiornamento: finalmente ho rimesso mano alla Vespa; riepilogando, al raduno fatto in provincia di Pisa ho svampato un vecchio regolatore di tensione nel viaggio di andata, poi l'ho sostituito con un RMS che in circa 50 km quasi prendeva fuoco e con lui la vespa; ho quindi staccato tutto ma sono riuscito a tornare a casa; successivamente ho rivisto un po' le masse al telaio e ho cambiato nuovamente regolatore, ma al raduno di Collecchio ho perso il funzionamento dei fanali e del contagiri digitale del contakm SIP; andando a ritroso ho visto che dal regolatore non usciva più tensione a causa però del fatto che non c'era nemmeno tensione in entrata. Arriviamo ora al punto.. ho tolto il volano e ho scoperto che ci sono vari segni di surriscaldamento negli avvolgimenti del piatto statori, finchè non ho anche scoperto che il filo BLU (quello che porta tutta la corrente al regolatore) era staccato dal suo avvolgimento. Vi metto le foto: Come si può notare, l'avvolgimento opposto al pick-up ha un filo annerito e spostandolo si nota che sotto ha scaldato (impronta bianca). L'avvolgimento successivo in senso orario, da cui parte il filo BLU, ha il supporto in plastica deformato dal calore. infine l'avvolgimento fasciato con la carta ha l'anello isolante in pastica completamente annerito. Probabilmente, anche se ridotto in queste condizioni, starebbe ancora funzionando se il filo BLU non si fosse staccato, suppongo. Comunque sia, ora sostituirò tutto il piatto statori e spero che questa scaldata sia colpa del viaggio a Pisa, perchè se fosse dovuto alle modifiche fatte dopo, sarei punto e accapo.