Paolo Paletti

Members
  • Content Count

    321
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Paolo Paletti last won the day on September 15

Paolo Paletti had the most liked content!

Community Reputation

101 Excellent

About Paolo Paletti

  • Rank
    Advanced Member

Personal Information

  • Birthday
    12/24/1966
  • Place
    Lacchiarella Milano

Recent Profile Visitors

308 profile views
  1. Paolo Paletti

    KEIHIN PWK 38

    Ciao Mc come dicevo il Keihin sapevo di averlo perché turavo l'aria da freddo
  2. Paolo Paletti

    KEIHIN PWK 38

    ciao,ho corso nell'enduro con Tm 2 tempi dal 1994 al 2001, 1994 -1995 con il 125 montava il Dell'Orto VHSB 38 Nel 1996 mio fratello ha preso il 125 con il PWK 38 al posto del Dell'Orto,era meno sensibile agli sbalzi di temperatura,quando c'erano delle gare in montagna si ingrassava meno del Dell'Orto e in generale contribuiva a rendere meglio il motore Poi nel 1997 ho preso il 250 sempre con il PWK 38 ,poi dal 1998 al 2001 io e mio fratello abbiamo fatto 4 stagioni con il 300 una a stagione sempre con il Pwk. Morale in 12 mesi partecipavo a circa 15 gare e almeno 3 domeniche al mese allenamento nell'Oltrepò Pavese o nel Bergamasco,non abbiamo mai smontato e pulito il carburatore"si sostituiva solo lo spillo nelle prove speciali dove si superavano i 1500 mt .Ogni sessione di allenamento si cambiava il filtro,nelle gare polverose si cambiava il filtro ogni giro,ma mai dal 1996 /07 al 2001,Mentre con il Dell'Orto ogni mese era uno smonta e rimonta. Poi dal 2002 al 2005 siamo passati al Tm 4 tempi.Il primo anno con il Mikuni TDMR 40 ed è stata un'agonia,mentre nei modelli dal 2003 al 2005 abbiamo adottato il Keihin FCRD 41 .Da subito un 'erogazione migliore,ai bassi abbiamo recuperato una marciaAnche in questo caso non sono mai stati smontati per pulirli, "si cambiava solo lo spillo nelle prova speciali in cui si superavano i 1500 mt" Con questo volevo dire che in uno sport come l'enduro,polvere,fango altitudine,salti e varie peripezie,il keihin ti accorgi di averlo solo quando tiri l'aria da freddo,quindi figuriamoci sulla Vespa.Leggevo che in rete ci sono dei falsi in abbondanza,ma prenderli dai distributore op pure da un rivenditore Tm o le altre marche che usano il Keihin
  3. Paolo Paletti

    Lettura candela e carburazione con padella a coni

    ma i freni aria non li tiriamo mai in causa???Parliamo sempre di getto massimo,ma anche lui influenza la carburazione,forse più del massimo
  4. Paolo Paletti

    comando starter non ne esco

    ciao Dany,ma se fai una z al filo dello starter nella scatola del carburatore,a lungo andare la z si lascia andare
  5. Paolo Paletti

    comando starter non ne esco

    Ciao, grazie per i Vs. interventi.,Sirvano il pomello starter uso quello che avevo con il PHBH Ma mi domando,perché i comandi normali in commercio,danno questi problemi?
  6. Paolo Paletti

    comando starter non ne esco

    Ciao, ho preso questo: (cavo)=L560mm, Ø 0,8mm/5,3 mm, acciaio, zincato (guaina)L 470mm, Ma esiste anche questo:l (cavo)L 720mm, Ø 0,8mm/5,3 mm, acciaio, zincato (guaina) L630mm, Quindi ho acquistato quello più corto
  7. Paolo Paletti

    comando starter non ne esco

    Ciao Sirvano,come deve essere?Quello che vedi in foto è il cavo completo che si trova in commercio.
  8. Paolo Paletti

    comando starter non ne esco

    Ciao, no l'ho tolto ma è rimasto il tubo nel serbatoio
  9. Paolo Paletti

    comando starter non ne esco

    Ciao,ho sostituito il comando dello starter,ma essendo lungo devo fargli fare questo giro. Problema: Quanto tiro il pomello scorre a fatica ma l'aria si aziona,mentre quando la chiudo a volte il filo non rientra completamente e l'aria rimane leggermente aperta,rientra solo dopo aver insistito per 3 o 4 volte. Secondo Voi è normale il giro che fa?
  10. Paolo Paletti

    Gita a Roverbella

    ciao ragazzi,visto che è andato tutto a monte,oggi sono andato vicino a Parma a trovare un mio vecchio amico.Bello Ma.......................................... Ma è inutile dirVi che da Voi sarebbe stata un'altra storia
  11. Paolo Paletti

    Gita a Roverbella

    La gestapo ha la febbre e sono stato a casa!CAZ.0!!!!!!!!!!!!!!!
  12. ciao,condivido in pieno. La lamiera è in acciaio ferritico,per una lavorazione a regola d'arte dal momento in cui è a metallo vivo inizia immediatamente il naturale processo ossidante.quindi dopo essere stati sgrassati vengono passivati e poi inizia il processo chimico.Questo trattamento,lo ritengo indispensabile su un mezzo di 40 anni,ma nel caso avessi una Vespa di 10 anni e devo per qualche motivo cambiare il colore o sistemarla dopo un'incidente,lo farei a prescindere.Non credo che la Piaggio per la Vespa abbia preventivato nella sua filiera un trattamento del genere"troppo oneroso",quindi una volta eseguito la Vespa avrà una carrozzeria più resistente di quando è uscita dal concessionario. P.S. ovviamente se il lamierato è stato intaccato dalla ruggine,riducendo il suo spessore andrà sostituito,il trattamento in questione blocca ulteriori ossidazione,non lo rinforza strutturalmente
  13. Ciao Sirvano,confermo cataforesi,nel nord Italia ce ne sono un po. Ma come sempre se gli chiedi di fare un lavoro,si atteggiano come i cromatori. Diversamente a casa mia "mio fratello in foto" fin quanto ci sta nell'impianto si lucida.Inoltre per qualsiasi Vostre domande dei trattamenti superficiali chiedetemi pure,per ora sono solo 35 anni di esperienza
  14. Paolo Paletti

    coming soon

    Ciao,però quello del Cosmic......................Siete troppo giovani
  15. Paolo Paletti

    coming soon

    Ciao,gli ho tolto i paracolpi in gomma neri, una bella pulita con il Cif e una passata di polish. ora devo sistemare il parafango anteriore e togliere l'adesivo di David Bowie, dopodiché farò la pratica F.M.I. Vedere una coppia di targhe così,sto male